PRODOTTI TIPICI & RICETTE

Pallottole fritte: il gusto che si sposa con la tradizione

pallottole

Fritte, al forno, bollite o lessate. Sono forse uno dei pochi ingredienti che si sposa elegantemente sia la carne, con il pesce o con la pasta. Scoperte e importate dal Nuovo Mondo circa cinquecento anni fa, oggi non riusciremo a fare a meno. Sto parlando delle patate. Perfette come contorno o piatto unico, sono anche l’elemento essenziale di un meraviglioso piatto tipico regionale: le pallottole leuciane.

Dal XIX secolo al nuovo millennio: una tradizione che si rinnova ogni anno

Era il 1805 quando Ferdinando IV di Borbone decise che per l’inaugurazione del tempio eretto alla Madonna delle Grazie alla Vaccheria (frazione di S. Leucio) avrebbe organizzato una grande festa. Nello spiazzale antistante al tempio vennero così allestiti diversi stand. Disposte ordinatamente a semicerchio, bancarelle di ogni tipo furono addobbate per l’occasione. Diversi prodotti, dall’usato all’artigianale, dall’abbigliamento agli accessori più vari, vennero esposti in bella mostra pronti per la vendita. Inoltre furono allestiti vari palchi per spettacoli musicali e, in quell’anno, il compositore Giovanni Paisiello diresse una sua opera. Protagonista indiscusso però fu, senza alcun dubbio, il cibo. In particolare queste crocchette di patate dorate e filanti che ricordavano le palle del cannone.

 

Da quell’anno dunque, fino ai nostri giorni, le massaie leuciane portano avanti orgogliose la tradizione continuando a proporre in tavola questa prelibatezza. In particolare nei primi giorni di Luglio a queste meravigliose crocchette è dedicata un’intera festa: la sagra delle Pallottole. Durante questi giorni kg di patate vengono distribuiti a circa trenta famiglie del posto. Queste hanno il compito di sbucciarle, bollirle e schiacciarle per poi friggerle in piazza davanti agli occhi attenti di turisti e curiosi che accorrono per l’occasione. Oltre diecimila sono le pallottole che, ogni anno, vengono confezionate con orgoglio dalle massaie riunite in Piazza Trattoria a San Leucio.

Ma qual è il segreto delle pallottole? Cosa le rende diverse dalle semplici crocché di patate? Sicuramente il mix vincente è legato alla maniera con la quale vengono preparate, alle mani esperte con le quali vengono confezionate e agli ingredienti chiave che rendono il tutto un po’ più originale e gustoso.

La Ricetta per pallottole homemade

Se volete provare a sfidare le massaie leuciane, ecco di seguito la ricetta per delle splendide pallottole da fare in casa.

Gli ingredienti:

  • 1 Kg di patate
  • 1 uovo
  • 100g di formaggio pecorino, romano o parmigiano
  • un ciuffo di basilico
  • sale qb.
  • pepe qb.
  • farina qb.

La preparazione:

Innanzitutto, lessare le patate. Sbucciarle e schiacciarle (se con le mani ancora meglio). Una volta raffreddate, incorporare le uova. Aggiungere il parmigiano grattugiato (o quello che avete in frigo), foglie di basilico, sale e pepe. Lasciare riposare per una mezz’oretta. Terminato il tempo di attesa, spolverarsi le mani di farina e lavorare l’impasto fino a formare tanti bon bon. Immergere le pallottole in olio bollente e toglierle dalla pentola solo al raggiungimento della doratura. Adagiarle su carta assorbente, asciugando l’olio in eccesso. Le nostre pallottole ora sono pronte per essere assaporate, ma occhio a non scottarvi. Vi avvertiamo inoltre che possono creare dipendenza. Dopo la prima, non potrete fare a meno di volerne ancora!!

 

angelaorlando

Autore: angelaorlando

Amo viaggiare senza navigatore, scoprire posti nuovi, camminare, perdermi.
Mi piace mangiare, parlare con la gente, scrivere racconti, sperimentare. Non mi separo mai dalla mia reflex e dal mio pinguino di peluche con il quale ho già girato quattro continenti. Vivo per emozionarmi, per collezionare cartoline, spille da ogni dove e tramonti.

Pallottole fritte: il gusto che si sposa con la tradizione ultima modifica: 2017-06-29T12:49:16+00:00 da angelaorlando

Commenti

commenti

To Top