NEWS

La dura vita di un albero a Caserta

Alberi A Caserta Da Abbattere

In questi giorni sta facendo particolarmente scalpore la decisione riguardo l’abbattimento di una buona parte del verde cittadino. Il tutto si è scatenato a seguito dell’articolo di Daniela Volpecina sul Mattino, in cui si riportava notizia e dettagli sul provvedimento dell’amministrazione casertana. Ma cosa sta succedendo di preciso?

La dura decisione del Comune: quegli alberi vanno abbattuti

La scorsa settimana è stato reso noto uno degli ultimi provvedimenti dirigenziali di Caserta del 2018. A seguito di diversi sopralluoghi e valutazioni (non è chiaro da parte di chi), si è deciso di abbattere circa 160 alberi nel cuore della città. Il motivo? Questi rappresenterebbero un pericolo per la viabilità, sia veicolare che pedonale. Molte delle piante esaminate, infatti, a causa degli ultimi fenomeni atmosferici e – soprattutto – della scarsa (se non del tutto assente) manutenzione, sono divenuti una vera e propria minaccia per auto e persone.

Alcuni degli alberi di Caserta che saranno abbattuti

Tra gli alberi coinvolti ci sono anche quelli di Corso Trieste

Ecco quindi spuntare una determina lo scorso 27 dicembre in cui si assegnano i lavori per l’abbattimento di 120 gravilee robuste, 35 pini e diverse palme distribuite tra Corso Trieste, via Roma, Piazza Vanvitelli, via Cesare Battisti, viale delle Querce, il Parco Primavera e la zona dell’ex 167. Il tutto per una spesa complessiva di circa 83mila euro. Un duro colpo al verde cittadino, già misero e povero se paragonato alle altre città italiane (Caserta è una delle poche realtà a non avere un’area verde pubblica).

Le proteste casertane e l’apertura della giunta cittadina

La notizia ha ovviamente scatenato le ire e l’indignazione degli ambientalisti e degli stessi cittadini. Quegli alberi, secondo Legambiente, potevano esser salvati con una spesa assai inferiore. Come? Semplicemente curandoli con interventi regolari. Si è deciso invece di limitare al minimo la manutenzione, forse convinti che nulla sarebbe successo.
Arrabbiati anche i cittadini, che già da anni lamentano l’assenza di un parco pubblico (sempre attuale la questione del Macrico). Vedere il centro impoverirsi del poco verde presente sarebbe un ulteriore colpo per casertani e turisti. Per evitare ciò, è stata diffusa online una petizione (che si può firmare qui) in cui si chiede la revoca di tale provvedimento.

La dura vita degli alberi a Caserta

Caserta tra le città con meno verde in Italia

Le varie (e tante) proteste hanno rimesso in discussione il tutto. Il vice sindaco Franco De Michele si è detto infatti disponibile ad incontrare, quanto prima, rappresentanti di Legambiente, WWF e Lipu per ridiscutere il provvedimento. L’obiettivo è quello di istituire una task force per una seconda (e più dettagliata) valutazione di ogni singolo albero. Anche il sindaco Carlo Marino, tramite un post Facebook, ha promesso un’analisi più approfondita della situazione. In questo modo sarà possibile capire se è veramente necessario il loro abbattimento o se saremo in grado di salvare quel poco verde che la città può vantare. Nel caso, Madre Natura e i casertani potranno tirare un sospiro di sollievo. Almeno per ora.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

La dura vita di un albero a Caserta ultima modifica: 2019-01-09T09:41:20+01:00 da Gabriele Roberti

Commenti

To Top