I CASERTANI RACCONTANO CASERTA

itCaserta

NEWS

Batterie: a Caserta una fabbrica da record di celle a ioni di litio

batterie - Pila

Negli ultimi decenni molte grandi aziende hanno deciso di emigrare, impoverendo il tessuto industriale della nostra provincia. In questo mare di cattive notizie, tuttavia, emergono anche nuove realtà che – si spera – daranno nuova linfa vitale all’economia casertana. Tra i progetti più ambiziosi e pronti a partire, spicca l’apertura di una delle prime gigafactory d’Europa di batterie e celle di ioni di litio. Ma di cosa si tratta?

A Teverola un impianto da record

Tra febbraio e marzo 2020 è prevista l’inaugurazione di un nuovo stabilimento a Teverola. In verità si tratta dell’ex impianto Whirlpool, riconvertito per la produzione di celle a ioni di litio. Il tutto è firmato dal gruppo Seri Industrial che, dopo quasi 3 anni di lavori, potrà avviare la fabbricazione di quello che da molti è considerato il tesoro del 21esimo secolo. Quello delle batterie, infatti, al momento rappresenta uno dei più grandi (e redditizi) settori industriali. Tra i produttori maggiori c’è l’Asia (Cina, Giappone e Korea) che detiene oltre il 70% della produzione mondiale. L’Unione Europea, volendo evitare una totale dipendenza di celle asiatiche, ha avviato una serie di riforme e investimenti per l’apertura di impianti nel Vecchio Continente. E tra i primi c’è proprio quello di Teverola.

batterie - Auto Elettrica
Già oggi sempre più persone optano per l’auto elettrica o ibrida – Foto Wikipedia – Autore Frankh

La riconversione dell’ex stabilimento della Whirlpool è costata circa 60 milioni di euro. Al suo interno opereranno 75 addetti, ex impiegati della multinazionale statunitense, riqualificati dal gruppo Seri. Il nuovo impianto produrrà batterie per uso industriale e militare, ma in futuro l’intenzione è quella di estendere la produzione anche per il mercato automobilistico. Inoltre sarà avviato un piano di ricerca e sviluppo del settore, che coinvolgerà ingegneri ed esperti da ogni parte del mondo, in modo da realizzare batterie sempre più efficienti ed ecologiche. In quest’ambito non mancheranno le fasi di riciclo e riutilizzo delle celle a fine vita, così da ridurre al minimo l’impatto ambientale.

Batterie: i progetti tra presente e futuro

L’investimento da parte del gruppo Seri, come dimostrano i numeri, non è da sottovalutare. Solo per l’impianto la cifra ammonterebbe a 57 milioni, in parte erogati da Invitalia (società controllata dal Ministero dell’Economia). Nei prossimi anni è prevista la realizzazione di un secondo impianto, sempre a Teverola, dedicato al mondo automotive e storage. Oltre alla produzione, ci sarà ampio spazio per la ricerca e l’ottimizzazione di questa fonte energetica. L’obiettivo è l’apertura di un vero e proprio polo industriale capace di convogliare fondi e risorse non solo dalle aziende italiane, ma anche europee.
Un progetto ambizioso insomma, che potrà solo stimolare la ripresa industriale e l’occupazione casertana, da anni ormai ferma e bloccata tra i problemi che l’affliggono.

Batterie: a Caserta una fabbrica da record di celle a ioni di litio ultima modifica: 2020-01-16T11:15:00+01:00 da Gabriele Roberti
To Top