FOOD & FUN

Birreria Indipendente: il paradiso della birra nel centro di Caserta

Birreria Indipendente

«Ho sempre avuto una grandissima passione per la birra, per il suo mondo, per le sue sfumature. Poi un giorno mi sono reso conto di poter fare di questa passione anche un lavoro, e pure redditizio. Quindi perché non provarci…»
Inizia così la storia della Birreria Indipendente, piccolo centro di rifornimento nel cuore della città che dal 2014 disseta anche i palati più esigenti. E a gestire quest’attività c’è Alfredo, il mastro birraio, che non ha avuto paura nel lanciarsi in questa avventura: «Ho studiato come tecnico da laboratorio, lavorando in diversi centri. Tuttavia, a parità di impegno, quella della birreria potenzialmente poteva regalarmi maggiori soddisfazioni».
Come tutti i nuovi percorsi, anche questo ha presentato alcune difficoltà: «Si trattava comunque di una cosa tutta nuova per me. La gestione, il rapporto con clienti e fornitori, la burocrazia. Ma mi sono fatto coraggio sin dall’inizio, riuscendo a cavarmela senza grossi problemi».

Aggiornarsi, conoscere, consigliare: i segreti della Birreria Indipendente

Parlando con Alfredo noto subito che possiede una cultura non indifferente nel suo campo. Merito della passione, ma anche del suo impegno nell’aggiornarsi continuamente: «Ci sono tanti eventi, incontri, manifestazioni in giro. Cerco di partecipare a tutti quelli che posso, così da conoscere le novità sul mondo della birra. A volte alcuni sono anche noiosi, lo ammetto. Però non perdo occasione per abbinarlo a qualche viaggio di piacere. Del resto se mi tocca andare a Valencia per conoscere un determinato birrificio, nulla mi vieta di godermi la città».
Sui suoi scaffali impossibile non notare le centinaia di birre esposte. D’istinto gli chiedo se le conosce tutte: «Certo! Così facendo ho scoperto birre sensazionali, e altre un po’ meno. Una volta sono stato anche costretto ad assaggiare una birra analcolica».

Una varietà così grande può portare il cliente in confusione, e non mancano le richieste assurde: «La maggior parte dei clienti non sa cosa vuole. Una volta un ragazzo mi chiese tre birre straniere e una Corona. Lì mi mise in difficoltà. Poi c’è sempre quello che mi chiede di mischiare più birre come se fosse un cocktail. In genere però riesco quasi sempre a consigliare quella giusta, dato che conosco il mio prodotto».
Ma tra uomini e donne chi beve di più? «Beh, all’inizio non me l’aspettavo, ma anche le donne bevono parecchio, come la mia fidanzata ad esempio (ride). Le donne comunque variano di più, provano e sperimentano maggiormente. Gli uomini invece si fissano su una sola birra e non la cambiano. Sono molto conservatori e guai a proporgli qualcosa di nuovo».

Un mondo da scoprire

Molti considerano la birra la versione bigotta del vino. Guai però a dire una cosa del genere ad Alfredo: «Il mondo della birra è vario e complesso quanto quello del vino. È un settore in forte crescita, e in giro si trovano birre dalla qualità indescrivibile. Il fatto è che la birra viene prodotta tutto l’anno, mentre il vino ha un ciclo di produzione più breve. In questo modo molti trovano normale pagare 8 euro per un calice di vino, invece per la birra pretendono sempre meno. Ma non funziona così, per nulla».

Con il boccale quasi vuoto gli chiedo dei progetti futuri, dei traguardi che intende raggiungere: «Onestamente non so. Qui mi piace, ma potrei tornare un giorno in laboratorio. Del resto posso soddisfare la mia passione per la birra su entrambi i lati del bancone. Potrei pure decidere di ingrandirmi come birreria, prendendo un locale che mi permetta di avere anche una cucina. Per ora comunque mi godo la mia attività, per il futuro c’è tempo».
Nella Birreria Indipendente Alfredo non manca di organizzare eventi come degustazioni, aperitivi e tanto altro. Una sera venne improvvisata anche una gara di… rutti: «Stavo con amici, ero ormai in chiusura e hanno iniziato. Lì ho anche scoperto che le donne ci sanno dare dentro. Ma è stata la prima e unica volta. Che nessuno si azzardi ad entrare e fare una cosa del genere: lo caccerei a calci dal locale!».

Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina Facebook della Birreria Indipendente

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

Birreria Indipendente: il paradiso della birra nel centro di Caserta ultima modifica: 2017-04-10T20:00:53+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti

To Top