EVENTI

Marcianise: un carnevale fra eventi e tradizioni

Il carnevale marcianisano: un evento imperdibile

Pronti ad essere invasi da un arcobaleno di colori e stelle filanti? Tante sono le attività organizzate per il carnevale 2018. Fra questi impossibile non citare quello previsto per sabato 10 febbraio in via Marchesiello, nel cuore di Marcianise. Evento organizzato dall’associazione Urbe con la collaborazione del Club 85, da anni entrambe impegnate nella promozione del territorio. Ma cosa ci aspetta di preciso questo weekend?

Marcianise, città di giovani

Marcianise è una città in cui i veri protagonisti sono i giovani. Audaci, intraprendenti, hanno dato avvio alla nascita di diverse associazioni, impegnate in un comune progetto di rivalorizzazione del territorio. Iniziative che spaziano dallo sviluppo della vita sociale e culturale, a vere e proprio imprese di solidarietà. Basti pensare che ogni anno, all’Epifania, le associazioni s’impegnano a raccogliere giocattoli e donare regali ai bambini meno fortunati.

La befana marcianisana e i giocattoli regalati

Una città che si dà da fare quindi, e che ha sempre combattuto l’assenza di punti di ritrovo, soprattutto negli anni passati, progettando eventi divenuti poi tradizionali. Rinomata è, ad esempio, la celebre festa del vino che ha luogo a Novembre, organizzata dall’associazione Majeutica, mentre per il Carnevale, ora che siamo in tempo di maschere, la festa è stata sempre una e sola: il carnevale del Club 85Nata un decennio fa, e col semplice intento di passare una serata divertente fra amici, è divenuto ben presto un evento capace di richiamare più di un migliaio di persone dai diversi paesi del casertano. Un carnevale imperdibile, teatro di fantasia e provocazione, tanto da indire annualmente la competizione per la maschera più bella e strana.

Il Carnevale 2018 di via Marchesiello

Dal 2017 levento che si svolgeva alla sede del Club 85, si è spostato a via Marchesiello che, negli ultimi anni, sta divenendo centro della movida con la nascita di nuovi locali e l’enorme incentivo dato dall’Associazione Urbe, di carattere nazionale. Fondata nel 2013, Urbe è stata autrice di diversi eventi che hanno interessato la stessa via Marchesiello, in cui ha sede. Celebre è il Sud Sound Food, uno street food con performance artistiche che ha raggiunto le 7.000 persone. Dall’anno scorso, Urbe e Club85, hanno unito le loro forze ed hanno fatto sì che l’evento scendesse in strada nel cuore giovane della città.

Istantanea duranta il sud sound food

Marcianise durante il Sud Sound Food – Goldwebtv.it

Un appuntamento che vi sfida a colpi di originalità, cercando di superare le imprese degli anni passati, nei quali persone si sono travestite da confezioni di birra, da letto, o rivisitazioni provocatorie ed irriverenti di personaggi politici e religiosi. Anche la stessa campagna pubblicitaria dell’evento si prende beffa degli attuali personaggi, canzonando il tutto con i ritmi allegorici della festività. La parola d’ordine è Osare, fuoriuscire da sé stessi e interpretare un’altra identità dal tramonto all’alba. Una strada costellata di maschere e stelle filanti, con le tante esibizioni di artisti di strada ad accompagnarci per tutta la notte: sputafuoco, giocolieri e contorsionisti. E come nelle passate edizione, durante la serata verrà premiata la maschera più originale, creativa, impegnativa e, in poche parole, che più di tutte spacca. Che dire, non abbiate paura di sorprendere e sorprendervi!

una scena durante il carnevale marcianisano

Un’artista di strada durante il carnevale marcianisano

Vicienz’ Carnaval’: folklore e tradizione

Se da un lato abbiamo questo movimento giovanile che fa parlare di sé, non mancano invece le tradizioni, quelle antiche. Un rituale amato nella città di Marcianise, è il funerale di Vicienz’ Carnaval. La kermesse ha inizio con l’allestimento della camera ardente in stile povero, come le case degli anni passati, in uno dei quartieri storici della città. Ma chi è Vicienz’ Carnaval? È la personificazione del carnevale marcianisano, che avviene con un fantoccio di pezza, panciuto, adagiato su un paio di tavole che fungono da materasso, un fiasco di vino fra le gambe, con salsiccia ed aglio appesi sulla croce a capo del letto.

La tammurra: strumento tipico usato durante il carnevale marcianisano

Il ritmo di tammorre e castagnette suonate anche dagli stessi spettatori, accompagnano il trapasso del signor Carnevale. Una rappresentazione popolare in piena regola, con canti e personaggi tradizionali come Angelina, Chicchinella e Salvator’ a Paglier, con le loro battute e movenze storiche. Un siparietto folkloristico che si protrae fino a sera, con il corteo funebre e l’incendio del fantoccio. Come buon auspicio poi, seguono bicchieri di vino e piatti tipici per celebrare la gioia e l’allegria per i tempi a venire.

Insomma, per questo Carnevale sono previsti rovesci di risate e sorrisi, per cui non vi resta che uscire e indossare la vostra maschera migliore. Buon Carnevale!

Giulia Gelsomino

Autore: Giulia Gelsomino

Inseguitrice poco atletica di chimere, laureata in Giurisprudenza, leggo il mondo e scrivo baggianate per passione, mangio cioccolata e ingurgito serie tv. Nei miei rari contatti con la realtà, scatto foto e racconto della Caserta che amo.
In attesa di accalappiare la chimera giusta, sia chiaro.

Marcianise: un carnevale fra eventi e tradizioni ultima modifica: 2018-02-06T16:12:38+00:00 da Giulia Gelsomino

Commenti

To Top