I CASERTANI RACCONTANO CASERTA

itCaserta

LA CASERTA CHE VORREI NEWS

Caserta2030: i progetti della città che verrà

Caserta2030 - Caserta Dall'alto

Una città proiettata nel futuro, con l’obiettivo di migliorarsi e colmare quelle lacune che troppo spesso l’hanno contraddistinta: questo l’obiettivo di Caserta2030, il progetto voluto da Comune e Regione per il rilancio di Terra di Lavoro. Primo step di questo lungo viaggio è stata la messa online del sito ufficiale, che raccoglie tutti quei progetti che caratterizzeranno la città nei prossimi dieci anni. Ma cosa ci aspetta?

L’ambizione fa tappa a Caserta

È ora online il portale ufficiale per la pianificazione urbanistica e territoriale di Caserta, soprannominato caserta2030.it. Un sito, questo, che ha come obiettivo principale informare e illustrare ad associazioni, enti e agli stessi cittadini tutti quei progetti avviati dal Comune per il rilancio della città. Al suo interno sarà infatti possibile scoprire cantieri, lavori, ma anche semplici bozze e idee prese in esame. A gestire il tutto un team di architetti, geometri e ingegneri del Consorzio stabile HUB Engineering, specializzato nella realizzazione di grandi opere pubbliche.

Caserta2030 - Cantiere

«Puntiamo a mettere al centro dell’attenzione le esigenze specifiche del territorio, incoraggiando un approccio integrato alla politica di coesione, con l’obiettivo di favorire uno sviluppo socio economico sostenibile, efficace e duraturo». Queste le parole del sindaco Carlo Marino, che punta deciso al rilancio della città attraverso una riqualificazione del territorio, partendo proprio dai principali monumenti casertani. Dalla Reggia borbonica a San Leucio, passando per il borgo medievale di Casertavecchia: questi i primi siti interessati da Caserta2030. Non solo turismo però, ma anche servizi, natura, sport. Sono infatti in fase di studio vari progetti che interesseranno l’area del Policlinico, il distretto Saint Gobain e il Macrico. «Casertaventitrenta – sempre riprendendo le parole del sindaco Marino – è una pianificazione strategica fatta con idee, razionalità, professionalità, che guarda alla Caserta dei prossimi dieci anni ed a quella che vedrà protagonisti i nostri figli».

Quali progetti per Caserta2030?

Spulciando il sito è possibile visualizzare i primi progetti avviati. Gran parte di essi al momento riguardano principalmente strutture e territorio nei pressi della Reggia di Caserta. Si parla di una riqualificazione di Piazza Garibaldi e della stazione ferroviaria. Quest’ultima, come si legge, in futuro sarà spostata nell’area tra il Policlinico e Saint Gobain. La vecchia stazione sarà invece in parte smantellata e trasformata in una semplice fermata “Reggia”, con finalità prettamente turistiche. Non lontano previsto il recupero dell’ex canapificio, convertito in un museo dedicato alla canapa e ad altri servizi per il settore turistico. Nell’ex area mercatale, sita poco prima del canapificio, in programma la realizzazione di un Terminal bus, oggi collocato in Piazza Garibaldi.  

Caserta2030 - Stazione
La stazione di Caserta. Nel progetto RFI sarà ricollocata nell’area est della città

Volendo uscire dalla sfera vanvitelliana, alcuni interessanti progetti riguardano la viabilità. Sempre tra il Policlinico – che ricordiamo, ancora in fase di costruzione – e il distretto della Saint Gobain, previsto un ammodernamento della rete stradale e dei collegamenti per la Variante e l’autostrada. Ma il più ambizioso riguarda senza dubbio il sottopasso Reggia – via Mulini Militari. Si tratta di un nuovo punto d’accesso per il centro della città, che andrà ad alleggerire il carico veicolare nella tanto discussa zona del ponte di Ercole.
Progetti importanti, che cambieranno di fatto il volto di Caserta consentendo alle prossime generazioni di godere di una città che non ha nulla di cui vergognarsi.

Caserta2030: i progetti della città che verrà ultima modifica: 2020-05-08T12:05:11+02:00 da Gabriele Roberti
To Top