I CASERTANI RACCONTANO CASERTA

itCaserta

NEWS

Coronavirus: la situazione a Caserta e provincia

Coronavirus - il virus

Giorni di grande ansia e preoccupazione nel Paese a causa del Coronavirus. L’attenzione di tutta la popolazione è infatti attualmente incentrata su questo virus, che da circa due mesi si sta diffondendo a macchia d’olio in più parti del mondo. Due settimane fa è scoppiato un focolaio nel Nord Italia che ha obbligato le amministrazioni locali, ed il governo centrale poi, a misure straordinarie per contenere l’epidemia. Ma qual è la situazione a Caserta?

Le misure preventive

Dal 1° febbraio, con un comunicato ufficiale, la Giunta Comunale ha imposto – a tutti coloro che hanno transitato o sostato nei Comuni interessati dalle misure di contenimento – di renderne notizia al Dipartimento di Prevenzione ASL del territorio competente. Una misura che ha come obiettivo quello di intercettare eventuali soggetti infetti prima che questi possano diffondere ulteriormente il virus. Negli ultimi giorni, inoltre, sono stati annullati tutti quegli eventi capaci di richiamare centinaia di persone. Tra questi spicca lo spettacolo e la sfilata dei carri per il Carnevale 2020. Stesso discorso per l’Università della Campania Luigi Vanvitelli, che ha sospeso tutte le manifestazioni culturali, convegni ed incontri. Nonostante le varie misure prese, tuttavia, era impensabile controllare ogni singolo individuo. E la sera del 26 febbraio è giunta la notizia che molti speravano di non dover leggere. Quella relativa ad un caso positivo nella nostra città.

Un caso di Coronavirus a Caserta

Si tratta di una ragazza di 24 anni rientrata nei giorni scorsi dalla Lombardia con un gruppo di amici. Poco dopo il suo arrivo la giovane ha lamentato alcuni sintomi influenzali. Allarmata, si è quindi recata di sua spontanea volontà al Cotugno di Napoli per un controllo. I medici del centro si sono adoperati per effettuare un tampone per le prime analisi. Sia dal primo riscontro stesso a Napoli, che dalle controanalisi allo Spallanzani di Roma, si è accertata la positività della ragazza. Si è quindi cercato, sin da subito, di ricostruire tutti i suoi spostamenti. Contattati la sera stessa del 26 i genitori della ragazza, nonché gli amici con cui si trovava in auto durante il viaggio di ritorno da Milano. Dai primi test non risulta nessun altro caso di Coronavirus, ma la paura ha comunque inondato con poche difficoltà le strade di Caserta.

Uomo Con Mascherina
Foto PixNio

Il Sindaco Carlo Marino, con un comunicato ufficiale del Comune e con una diretta Facebook in seguito, ha diramato la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado in città. Operazione analoga anche per l’Università, che ha sospeso tutte le attività didattiche (esami, sedute di laurea e lezioni) fino a lunedì 1° marzo. In questi tre giorni gli operatori dell’ASL di Caserta effettueranno la disinfezione di tutti gli ambienti. Infine, dovrebbe presto riaprire il Pronto Soccorso di Maddaloni, chiuso il 27 febbraio per via di un sospetto caso di Coronavirus. Dai primi esami effettuati, fortunatamente, i risultati hanno dato esito negativo. Si attendono le controanalisi, ma gli operatori del centro si sono comunque adoperati per la disinfezione.

Quanto c’è da avere paura?

Oltre al Coronavirus, in questi giorni stiamo assistendo ad una vera e propria bagarre tra chi sostiene la pericolosità del virus e chi il contrario. Medici, virologi, scienziati e – ovviamente – politici: i due schieramenti vantano figure di ogni genere. Non è nostra intenzione entrare nel merito, visto che non possiamo collocarci in nessuna delle professioni elencate poc’anzi. L’unica cosa che consigliamo ai nostri lettori è di seguire le direttive delle amministrazioni locali, delle ASL e del proprio medico di base. Il rischio più grande, infatti, è dover fronteggiare non solo un virus a noi sconosciuto, ma anche la psicosi generata da esso. Non pochi infatti gli episodi di razzismo e di sciacallaggio in tutta la Penisola. Mostriamo al mondo, come casertani ed italiani, di essere più forti non solo della malattia, ma anche delle nostre paure.

In questo articolo alcune indicazioni utili da seguire per limitare il contagio

Coronavirus: la situazione a Caserta e provincia ultima modifica: 2020-02-28T09:00:38+01:00 da Gabriele Roberti
To Top