NEWS

Sorveglianza e sicurezza: telecamere e droni alla Reggia di Caserta contro il crimine

I droni alla Reggia di Caserta contro la criminalità e il vandalismo

Non molti anni fa nei film di fantascienza era abbastanza comune vedere robot ed altri sistemi automatizzati al posto o in assistenza delle forze di polizia. La sicurezza urbana veniva rappresentata come un problema ormai risolto dalla tecnologia. Quel futuro sta lentamente giungendo a noi e, prossimamente, a Caserta sarà possibile assisterlo di persona. È stato infatti dato il via ad un progetto che prevede l’utilizzo di droni alla Reggia di Caserta.

I droni alla Reggia di Caserta

Il vice capo della Polizia e Autorità di gestione del Pon Legalità 2014/2020 Alessandra Guidi ha recentemente annunciato di aver chiesto alla UE l’inserimento di alcuni siti di interesse nel programma dei finanziamenti europei sulla sicurezza. Nella lista sono stati così aggiunti diversi monumenti e luoghi ritenuti a rischio non solo per atti terroristici, ma anche per semplice vandalismo. Tra questi vi è la Reggia di Caserta che in futuro, insieme a Pompei ed altri monumenti campani, avrà occhi fissi dal cielo con una personale flotta di droni.
Grazie a questi piccoli velivoli comandati a distanza, le autorità potranno così monitorare il vasto parco borbonico senza alcun problema di natura logistica. Le telecamere montate sui droni permetteranno un rapido intervento in ogni situazione, garantendo la massima sicurezza sia ai visitatori che al parco stesso.

Il parco della Reggia di Caserta

Quello dei droni, tuttavia, non è l’unico intervento alla Reggia di Caserta. Saranno infatti migliorati tutti i sistemi di videosorveglianza fissa e mobile, con l’installazione di nuove telecamere all’interno e a ridosso del monumento.

Investire sulla sicurezza

I droni rappresentano una piccola parte dei finanziamenti. Nella Regione Campania sono infatti previsti numerosi interventi, al fine di combattere e prevenire la criminalità in tutte le sue forme. Molte risorse saranno destinate alle aree a rischio come il litorale Domitio o la famigerata Terra dei Fuochi. Sorveglianza, recupero dei beni confiscati e lotta contro la dispersione scolastica le parole chiave di questa campagna. A breve sarà inoltre pubblicato il bando Scuola di comunità del valore di 8 milioni di euro. Si tratta di un progetto a sostegno della scuola, con interventi mirati nel potenziamento del sistema di apprendimento sociale e culturale dei ragazzi nelle zone a rischio.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

Sorveglianza e sicurezza: telecamere e droni alla Reggia di Caserta contro il crimine ultima modifica: 2017-11-06T10:21:02+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti

To Top