EVENTI

Emozioni e suggestioni borboniche: alla scoperta dei gioielli casertani

Emozioni e suggestioni borboniche: Parco Della Reggia

Lunedì 5 agosto, nell’incantevole Teatro di Corte della Reggia di Caserta, è stato presentato il programma della rassegna “Emozioni e suggestioni borboniche. Musiche, storie, giochi e sapori nel sito UNESCO di Caserta e nei musei del territorio”. Appuntamento, questo, che si terrà a partire dal prossimo 8 settembre fino al 12 novembre. Circa due mesi quindi, in cui si susseguiranno svariati eventi per scoprire e conoscere i gioielli borbonici della nostra provincia.

Viaggio nel tempo

Un tuffo nell’arte, nella cultura e nella storia della città di Caserta: queste le premesse della prossima manifestazione dal titolo Emozioni e suggestioni borboniche. Un vero e proprio viaggio, che ci porterà alla scoperta dei monumenti e delle opere simbolo del periodo borbonico.
Decine gli enti e le associazioni coinvolte, con un fitto calendario di eventi in programma a partire da domenica 8 settembre fino martedì 12 novembre. Musei, teatri, monumenti e siti archeologici le location dove la kermesse prenderà vita. Dall’Acquedotto Carolino fino a San Pietro Infine, passando per il Museo Civico di Maddaloni e il Museo d’Arte Contemporanea. Senza dimenticare – ovviamente – la Reggia vanvitelliana o il Belvedere di San Leucio, massime espressioni dell’arte e della grandezza borbonica sul territorio.

Emozioni e suggestioni borboniche - Acquedotto Carolino

Ad inaugurare la rassegna l’evento Camminando sulla via dell’acqua, un’escursione sul maestoso ponte dell’Acquedotto Carolino. Ad accompagnarci in questa esperienza, i ragazzi del Club Alpino Italiano – Sezione Caserta, che ci faranno da guida narrando storia e curiosità di quello che fu – al momento della sua inaugurazione nel 1762 – il ponte più lungo d’Europa. Per i più piccoli da segnalare lo spettacolo offerto dagli attori de La Mansarda, La favola dell’acqua e del ponte incantato.

Emozioni e suggestioni borboniche: gli appuntamenti clou

Decine gli eventi in programma, tutti con l’obiettivo di mettere in risalto i siti UNESCO e i musei casertani. Domenica 15 settembre, a San Pietro Infine, una narrazione con dei costumi dell’epoca ci proietterà nel XVIII secolo con lo spettacolo Quannu lu re Borbone ce facette la grazia. A seguire una degustazione con alcune pietanze tipiche del Settecento napoletano.
Sabato 21 il Belvedere di San Leucio si animerà con un concerto jazz, alcune visite guidate e l’inaugurazione della mostra Mani giovani per materie antiche: tra sete e ceramiche. Qui avremo modo di scoprire gli abiti tipici del periodo, realizzati dagli studenti del Liceo Artistico San Leucio, dell’Istituto Tecnico Buonarroti e dalla Cooperativa Sociale Ozanam.

Emozioni e suggestioni borboniche - San Leucio

Domenica 20 ottobre alla Reggia il concerto del gruppo vocale e strumentale Ave Gratia Plena ci narreranno le atmosfere borboniche con Napoli e Paris tra Ancien Régime e Restaurazione. Un buffet di cibi storici chiuderà la serata. Sempre nel complesso vanvitelliano, domenica 3 novembre lo spettacolo Vite segrete: Ferdinando e Carolina, organizzato dal Teatro Civico 14.
Martedì 12 novembre il gran finale al Museo Michelangelo nell’Istituto Buonarroti, con una serie di spettacoli, mostre, interventi ed una escape room organizzata dagli studenti che chiuderanno di fatto la rassegna.

Qui il programma completo

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

Emozioni e suggestioni borboniche: alla scoperta dei gioielli casertani ultima modifica: 2019-08-19T09:38:14+02:00 da Gabriele Roberti

Commenti

To Top