ARTE EVENTI

L’Esercito di terracotta arriva a Caserta?

Esercito Di Terracotta Reggia di Caserta - foto delle statue

La notizia è una di quelle che difficilmente lascerà indifferenti casertani e non. Sembra infatti che entro il 2019 centinaia di soldati cinesi invaderanno la Reggia di Caserta. Tranquilli però, nessuno ha dichiarato guerra alla Cina. Stiamo infatti parlando della mostra dedicata all’ottava meraviglia del mondo: l’Esercito di terracotta. Se confermata, quella della Reggia si collocherà come una delle esposizioni più attese degli ultimi anni. Ma quanto ne sappiano finora?

Tra rumors e indiscrezioni

In questi giorni sta circolando la notizia di una nuova mostra in programma nel complesso borbonico. Nulla di nuovo, considerando i numerosi eventi che si sono (e si stanno) susseguendo tra le mura vanvitelliane: da Gustav Klimt a Marco Lodola passando per Rudy Cremonini, solo per citare le più recenti. Tuttavia l’oggetto della prossima esposizione è un qualcosa che la Reggia e i casertani non avevano mai visto prima: diversi reperti originali (e non delle fedeli riproduzioni come quelle esposte a Napoli lo scorso anno) dell’esercito di terracotta cinese.

Esercito Di Terracotta Reggia di Caserta - una statua esposta

Freniamo però l’entusiasmo, in quanto al momento non abbiamo ancora conferme ufficiali, ma solo alcuni rumors e dichiarazioni. Tra tutte quella di Marianna Grande, Vice Segretaria Territoriale della UGL di Caserta: «Accogliamo con piacere la notizia secondo la quale alcuni pezzi del pregiatissimo esercito di terracotta, provenienti dal mausoleo cinese di Qin Shi Huang, potrebbero presto essere esposti alla Reggia di Caserta».
Nessuna smentita finora, né dal MiBACT né da Antonio Lampis, Direttore ad interim del monumento casertano, segno che – molto probabilmente – qualcosa bolle in pentola. Ad alimentare tutto ciò, diverse indiscrezioni che vogliono l’inizio della mostra entro la fine del 2019 e la sua conclusione circa 10-12 mesi dopo. Quasi un anno quindi, così da dare modo a chiunque di poter ammirare la schiera di soldati e cavalieri Made in China.

Un esercito di terracotta per l’Imperatore cinese

Ma perché l’esercito di terracotta affascina così tanto? Rinvenuto pochi decenni fa (1974, ndr) per puro caso da alcuni contadini, l’opera è considerata una delle scoperte archeologiche più importanti del XX secolo. Al ritrovamento delle statue si affianca quella del Mausoleo di Qin Shi Huang, il primo imperatore della Cina.
Il complesso monumentale fu costruito nel III secolo a.C., così come le statue. Ma per quale motivo? All’epoca si pensava che gli oggetti legati al defunto prendessero vita nell’oltretomba. Ecco quindi la volontà di realizzare un imponente esercito per proteggere l’imperatore una volta deceduto.

Esercito Di Terracotta Reggia di Caserta - Qin Shi Huang

L’imperatore Qin Shi Huang

Oltre 700mila operai e artigiani si misero così all’opera, realizzando – in circa 40 anni – più di 8mila soldati, 130 carri e circa 600 cavalieri. A queste figure militari si aggiungono acrobati, musici e addirittura svariati animali. Tutto questo per garantire una vita imperiale anche nell’aldilà.
Il lavoro svolto fu semplicemente immenso: nonostante il grande numero statue realizzate, non esistono due esemplari uguali. Ognuno di essi si differenzia infatti dagli altri, rendendo ogni reperto unico al mondo.

Esercito Di Terracotta Reggia di Caserta - una sezione del Museo cinese

Negli anni diversi prestiti museali hanno permesso di ammirarne la bellezza senza recarsi in estremo oriente. Occasioni molto rare, viste le difficoltà (e i rischi) nello spostare le statue. Ecco perché quella della Reggia di Caserta, se confermata, dovrà rientrare nella nostra personale agenda di cose da fare il prossimo anno.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

L’Esercito di terracotta arriva a Caserta? ultima modifica: 2019-03-29T10:42:29+02:00 da Gabriele Roberti

Commenti

To Top