CURIOSITÀ

Fantasma di viale Lincoln: storia di un amore proibito

Fantasma

Casertani e semplici turisti, occhio ai fantasmi! Secondo una leggenda infatti, nella nostra città si aggirerebbe una figura spettrale che da anni spaventa i passanti. Si tratta del fantasma di viale Lincoln, e la sua storia mescola amore e dolore, gioia e disperazione. Una storia che ha antiche origini, e ha luogo in un vecchio monastero.

Amori proibiti

Nell’attuale zona Ex Saint Gobain, tra palazzoni in cemento e fabbriche in disuso, sorgeva un tempo un antico monastero. Al suo interno decine di monache trascorrevano le giornate assistendo i bisognosi, curando i malati e accogliendo le novizie. Un giorno si presentò alla porta una giovane donna, costretta dalla sua famiglia a seguire i voti religiosi. Accolta nel monastero, ella iniziò il suo lungo percorso spirituale fatto di preghiere, letture e meditazione. Tanta meditazione. E come tutte le novizie aveva giurato di rinunciare a molti aspetti e piaceri della vita, tra cui l’amore.

fantasma

Le giornate, i mesi e gli anni passarono così lentamente, tutti uguali e senza alcun sussulto. Tuttavia una mattina la ragazza fece conoscenza di un giovane garzone che riaccese in lei antiche sensazioni quasi dimenticate. I due iniziarono a vedersi sempre più spesso, di nascosto, consci del fatto che mai avrebbero potuto professar parola alcuna del loro amore. E fu proprio questo aspetto proibito del loro rapporto che rese tutto molto più intenso e passionale: ogni notte era una fuga dal monastero, ogni istante era vissuto con la consapevolezza che potesse essere l’ultimo.

Dall’amore alla disperazione

Senza curarsi delle conseguenze, la giovane monaca rimase incinta. All’inizio non fu difficile mantenere il segreto, ma dopo diverse settimane la donna confessò alle sorelle l’accaduto. Le altre monache non si fecero problemi nell’aiutare la ragazza, ma per ogni cosa c’è un prezzo. In quel caso fu costretta a rinunciare al suo amore, a quel giovane garzone conosciuto per caso.
Passarono i mesi, e il bimbo nacque in ottima salute. Ovviamente non poteva crescere in quel monastero, e venne quindi affidato ad una giovane coppia di contadini locali. Il bambino crebbe amato come un figlio da quegli onesti lavoratori, ma un giorno avvenne l’impensabile: appena adolescente egli morì per un’improvvisa malattia.

fanstasma

I contadini portarono il corpo ormai senza vita al monastero per consegnarlo alle monache affinché lo seppellissero. La madre, appena saputo della tragica notizia, cadde in disperazione. La donna si fece comunque coraggio, e decise di occuparsi della sepoltura senza l’aiuto delle sorelle. Il luogo scelto per far dimorare il corpo del figlio fu all’ombra di un antico albero secolare vicino il monastero. E ogni notte quello stesso albero iniziò a raccogliere le lacrime della madre. Questo fino al giorno in cui il dolore si tramutò in un qualcosa di insopportabile, spingendo la monaca al gesto estremo, ovvero il suicidio.

La leggenda del fantasma di viale Lincoln

Secondo la leggenda da quella notte lo spirito della donna ha iniziato a vagare per quelle campagne, soffermandosi a ridosso dell’albero. Oggi quell’albero non c’è più (si trovava nella zona del sottopasso), ma nel tempo si sono susseguite inquietanti testimonianze. Alcuni automobilisti giurano infatti di aver notato più volte una donna incappucciata aggirarsi per quelle zone.
Non si sa il motivo che spingerebbe il fantasma della monaca a errare per quei luoghi: c’è chi dice sia per cercare lo spirito del figlio, e chi sostiene che sia stata maledetta per il suo amore proibito. Una cosa comunque è certa: quando passate dalle parti di viale Lincoln guidate piano, e se vedete un fantasma non fatevi prendere dal panico.

Gabriele Roberti

Autore: Gabriele Roberti

Affascinato da sempre dal Lato Oscuro della Forza, abbandona in tenera età l’idea di diventare un Sith. Da quel momento ha iniziato a dedicarsi ad altro: gli studi, il lavoro, le ragazze e i tornei a Fifa. Dopo la laurea in lettere ha iniziato a scrivere senza sosta, arrivando a vedersi pubblicato su vari siti e blog come italiani.it.
Sogna un viaggio in estremo oriente, e di provare almeno una volta tutte le cucine del pianeta. In attesa ovviamente di una chiamata da Lord Fener…

Fantasma di viale Lincoln: storia di un amore proibito ultima modifica: 2017-04-20T19:00:56+00:00 da Gabriele Roberti

Commenti

To Top