EVENTI

Buonolio Salus Festival: il festival dell’olio a Piedimonte Matese

un dibattito delle passate edizioni

Il Belpaese è pieno di splendidi paesaggi e tradizioni, nonché di oli gustosissimi e ricchi di proprietà nutrizionali. Il Re dei grassi, ovvero l’olio d’ulivo, deve però essere importato per coprire il fabbisogno nazionale. Questo dipende da diverse cause, tra cui la parcellizzazione delle imprese olivicole. Tra arte e cultura olivicola il Buonolio Salus Festival si propone proprio di avviare un processo che dia una svolta in favore delle produzioni locali.

Il Buonolio Salus Festival, festival dell’olio a Piedimonte Matese

Sono queste le motivazioni che hanno spinto gli organizzatori a dar vita alla quarta edizione del Buonolio Salus Festival, ovvero il festival dell’olio di Piedimonte Matese. L’evento non intende demonizzare le produzioni estere, bensì migliorare quelle locali. Sono due le strade che si intendono perseguire in questa due giorni. La prima sarà quella del cercare di incrementare e migliorare le produzioni locali. Questo sarà fatto con convegni e dibattiti su innovazione e tecniche di coltivazione. D’altra parte, essendo il mondo dell’olivicoltura semisconosciuto ai consumatori, si cercherà di avvicinare questi ultimi ad esso.

la locandina del festival dell'olio di Piedimonte

Il Festival dell’olio ci mostrerà quindi l’olio da diversi punti di vista. Si apprenderanno i nuovi metodi di coltivazione, si declameranno versi e si godrà di opere d’arte dedicate a questo prodotto, ci saranno dibattiti sul valore storico culturale del Re dei Grassi e, naturalmente, non sarà trascurato il suo ruolo in cucina, grazie anche all’intervento di alcuni ristoratori. L’evento quest’anno si realizzerà a Piedimonte Matese, presso il Museo Civico Raffaele Marrocco, situato nel complesso conventuale domenicano fondato alla fine del XIV secolo. Organizzato dall’Associazione culturale Buonolio grazie soltanto all’autofinanziamento e a piccoli sponsor privati, quest’anno l’evento si terrà il 28 e 29 aprile. Tra le collaborazioni va citata quella con il portale I Templari del Gusto, che racconta i borghi e la cucina italiani.

Gli obiettivi del festival

Come si legge nel comunicato stampa, gli obiettivi del Buonolio Salus Festival sono: il miglioramento della qualità dell’olio, attraverso l’innovazione tecnologica e l’attuazione delle buone pratiche agronomiche; la valorizzazione delle produzioni di alta qualità, attraverso l’identità rurale, la storia, il paesaggio e la cultura delle piccole e medie imprese; l’accrescimento della cultura di prodotto attraverso la corretta informazione, le degustazioni e l’assaggio di diverse tipologie di oli da olive, il confronto e il dibattito, volti al consumatore finale e all’appassionato alla scoperta delle peculiarità del vero olio extravergine. Ultimo ma non per importanza l’accrescimento della conoscenza attraverso il dialogo e l’arte, e dell’attenzione del pubblico all’olivicoltura.

selezione di prodotti

La rassegna Buonolio d’Autore e il concorso

Il tema di questa quarta edizione è Oltre i confini, l’olio. In questo caso i confini sono intesi come limite oltre il quale non tutti sono andati. Buonolio Salus Festival – ha detto Vincenzo Nisio, Presidente dell’associazione – vuole essere una proposta inusuale, un modo diverso di approcciarsi al mondo dei grassi, un’apertura alla conoscenza, al dibattito, alla formazione e all’informazione corretta. L’olio d’ulivo è il Re dei grassi, lo è sempre stato, ma non basta. Va raccontato attraverso uno stile nuovo, anche irregolare, va valorizzato attraverso la cultura, l’arte e la storia, attraverso il passato e attraverso chi ci ha preceduto che forse, meglio di noi si è approcciato al mondo.

Quest’anno infatti ci sarà la sezione Buonolio d’Autore dedicata ad artisti internazionali e ad opere di grande valore dedicate alla Terra. Tra le performance artistiche del festival dell’olio di Piedimonte Matese va sicuramente citata l’esibizione di Luca Rossi. L’artista casertano, considerato tra i migliori esponenti della cultura della tammorra in tutto il mondo, si esibirà la sera di sabato 28 aprile .

una delle opere d'arte

Un’altra parte importante del festival sarà quella dedicata al concorso. Esso individuerà il miglior olio extravergine tra quelli delle aziende aderenti.  Il nostro intento – ha aggiunto Vincenzo Nisio – è rivolto a quei consumatori che troppo spesso non sono in grado di apprezzare la particolarità e la pregevolezza degli oli extravergini. A loro saranno riservati ben due percorsi per imparare ad assaggiare, e degustazioni guidate di oli provenienti da tutta l’Italia, con una sala sensoriale curata da assaggiatori professionisti.

Per maggiori informazioni si possono contattare gli organizzatori all’indirizzo e-mail buonoliosalusfestival@gmail.com, oppure visitare i siti www.buonoliosalusfestival.com e www.gastroliart.blogspot.it.

Mariarosaria Clemente

Autore: Mariarosaria Clemente

La mia passione è raccontare storie. Ho iniziato a scrivere da piccolissima, poco dopo è nato il mio amore per il cinema ed ho ricevuto la prima macchina fotografica. Parole e immagini, coltivo tutto ciò che mi aiuta a costruire mondi

Buonolio Salus Festival: il festival dell’olio a Piedimonte Matese ultima modifica: 2018-04-26T19:09:30+00:00 da Mariarosaria Clemente

Commenti

To Top