EVENTI

La Giornata e la Festa dei Musei alla Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta

Il 18, 19 e 20 maggio si celebreranno, in ordine, la Giornata Internazionale dei Musei e la terza Festa dei Musei, voluta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Il tema è Musei iperconnessi: nuovi approcci, nuovi pubblici, ed in questa occasione i Musei si propongono, con molteplici iniziative, di rendere più stretto il legame con i cittadini. Naturalmente anche la Reggia di Caserta partecipa a questi eventi, mostrando, per l’occasione, i frutti della partecipazione all’alternanza scuola lavoro.

La Giornata dei Musei alla Reggia di Caserta

Il 18 maggio si celebra la Giornata Internazionale dei Musei. Alle 10:00, presso il Teatro di Corte della Reggia di Caserta, si svolgeranno le celebrazioni della seconda Mostra dell’acqua Carolina. Si festeggerà anche l’anniversario di matrimonio di Ferdinando IV e Maria Carolina D’Austria, addirittura il 250°! Le iniziative di questi giorni saranno utili a mostrare i frutti dell’alternanza scuola lavoro. Questi due eventi sono stati infatti organizzati dalla Reggia di Caserta in collaborazione con l’ITI F.Giordani. Si assisterà ad una vera e propria ricostruzione del matrimonio tra i due reali. Esso si svolse nel maggio del 1768 e, in quell’occasione, il re chiese una nuova mostra dell’acqua presso il monte di Briano, ove all’epoca era giunto l’Acquedotto Carolino.

La locandina dell'evento

Come si apprende dal comunicato stampa il progetto comprende: un modello digitale del terreno e della veduta prospettica della seconda mostra dell’acqua carolina, un plastico in scala della stessa mostra, un digital storytelling del matrimonio reale con i festeggiamenti riprodotti nella famosa veduta del pittore Antonio Joli e pannelli didattici sul tema del progetto. Interverranno i professori Francesco Colussi e Rita Raucci, oltre ai coordinatori del progetto Antonella Diana e Leonardo Ancona. Sarà poi presente la giornalista e scrittrice Nadia Verdile, autrice di una breve trattazione del matrimonio dei reali. Non mancheranno ovviamente i saluti istituzionali dei rappresentanti degli enti coinvolti e dell’Assessore Tiziana Petrillo del Comune di Caserta. Gli studenti di 3A e 4B del Liceo di Scienze Applicate saranno presenti il 19 e il 20 per illustrare ai turisti il lavoro prodotto.

Buongiorno Ceramica!

Ma le visite guidate non sono le uniche attività previste per il weekend del 19 e 20 maggio. Nelle Sale Romanelli, della Gloria, della Vista e nel cortile est del Palazzo Reale verranno esposti manufatti e opere realizzate da studenti e maestri ceramisti delle più importanti botteghe campane. Ciò accadrà in occasione di Buongiorno Ceramica!, la kermesse che riunirà alla Reggia ben quaranta città italiane contraddistinte da una lunga tradizione nel settore della ceramica. Tra esse Ariano Irpino, Vietri sul Mare, Cava de’ Tirreni, Cerreto Sannita, San Lorenzello e Napoli contribuiranno alla riscoperta di questo settore artistico.

Buongiorno Ceramica!

Locandina Buongiorno Ceramica

I visitatori avranno inoltre l’occasione di assistere e contribuire alla realizzazione di manufatti in argilla e ceramica. Anche in questo caso interverranno le scuole. Parteciperanno infatti i licei artistici regionali, oltre alle associazioni e alle botteghe del territorio.
Tra i sostenitori della manifestazione la Camera di Commercio di Benevento, l’Associazione Italiana Città della Ceramica e svariati sponsor. Essa nasce in seno ad un’iniziativa promossa da Museo e Real Bosco di Capodimonte, Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina, ed Istituto ad indirizzo raro G. CaselliReal Fabbrica.

Mauro Felicori, direttore della Reggia di Caserta, ha dichiarato in proposito: «I grandi monumenti possono produrre sviluppo del territorio anche influenzando la qualificazione dell’artigianato artistico.
I turisti che sempre più numerosi giungono in Campania anche grazie all’impegno dei musei, cercano la bellezza dei beni culturali e del paesaggio e insieme le tipicità alimentari e le testimonianze di secoli di artigianato e di manualità artistica. Per questo la Reggia è impegnata per il rilancio di due grandi eredità del passato: la ceramica e la seta nel solco di San
Leucio».

Mariarosaria Clemente

Autore: Mariarosaria Clemente

La mia passione è raccontare storie. Ho iniziato a scrivere da piccolissima, poco dopo è nato il mio amore per il cinema ed ho ricevuto la prima macchina fotografica. Parole e immagini, coltivo tutto ciò che mi aiuta a costruire mondi

La Giornata e la Festa dei Musei alla Reggia di Caserta ultima modifica: 2018-05-16T18:21:18+00:00 da Mariarosaria Clemente

Commenti

To Top