ARTE NEWS

Don Pasqualino annuncia il restauro del Guercino nella chiesa di S. Francesco

Autoritratto

Le testimonianze storiche e culturali che popolano (o per meglio dire, affollano) il Sud e in particolare il territorio di Caserta, sono di inestimabile valore. Effigi di un passato che non è mai davvero passato, queste opere dalla fragile bellezza tentano, come meglio possono, di restare fedeli al loro splendore originario. Sappiamo bene che preservarlo non è facile, ma è di sicuro doveroso. Ebbene, una lieta novella ha attraversato le mura della chiesa di S. Francesco ad Aversa: il dipinto del Guercino sarà restaurato!

Un restauro tanto desiderato…

Proprio Don Pasqualino De Cristofaro, con emozione e gaudio, ha rivelato che l’etereo dipinto del Guercino raffigurante la Madonna Assunta sarà oggetto di restauro. Quale somma felicità, dal momento che questo evento appariva più come una fugace chimera che come una concreta possibilità? Da sempre situato nella chiesa di San Francesco ad Aversa, l’opera sacra era stata definita di autore ignoto, fin quando l’architetto Massimo Pulini, fine conoscitore della pittura del ‘600, si accorse della paternità del dipinto durante una mostra dedicata al Guercino. L’occhio esperto di Pulini ha immediatamente notato lo stile e l’impronta del pittore, associando l‘Assunzione della Vergine al suo vero autore. In passato si era erroneamente ritenuto il prodotto del genio di Bernardo Cavallino, famoso pittore napoletano, notizia poi smentita con l’intervento di Massimo Pulini.

L'Assunzione della Vergine, Guercino (Foto da Avvenire.it)

L’Assunzione della Vergine, Guercino (Foto da Avvenire.it)

Lo stesso Vittorio Sgarbi, visitando la chiesa di San Francesco e visionando il dipinto, osservò che erano necessari tempestivi interventi di restauro. La precarietà della pala d’altare rappresentava il dramma principale, poiché l’opera doveva essere anche disponibile per prestiti intermuseali.  Nel lontano 2016 questo restauro appariva davvero come un sogno, anche in base alla testimonianza del sindaco De Cristofaro circa l’intervento necessario ma complesso: «Non avendo fondi a disposizione, potremmo coinvolgere i privati nell’operazione di restauro dell’importante dipinto. In più, è nostra intenzione inserire la splendida chiesa di San Francesco e la stessa pala d’altare del Guercino nel progetto regionale a cui abbiamo partecipato: un percorso turistico ciclabile che vede coinvolti diversi Comuni, dall’Agro atellano ad Aversa».

Dopo anni, la svolta: il restauro del Guercino si farà

Tutto sembrava perduto, eppure le parole del sindaco risuonavano nella mente di chi non poteva restare sordo a questa richiesta d’aiuto. In soccorso al dipinto della Madonna Assunta è giunto infatti un privato, Mario Nappa. Imprenditore aversano, mecenate delle belle arti, Nappa ha deciso di investire in questa meravigliosa impresa, stanziando una somma considerevole: ben 12.000 euro! I lavori previsti avranno luogo nel mese di dicembre, quindi manca davvero poco. Memorabili le parole di Don Pasqualino, che a seguito della generosa donazione ha affermato: «Tengo a ringraziare pubblicamente l’imprenditore Mario Nappa […]

Dettaglio interno della chiesa di S. Francesco delle Monache, ad Aversa

Dettaglio interno della chiesa di S. Francesco delle Monache, ad Aversa

ma mi piace evidenziare anche il fatto che, dopo tutto il can-can creato dall’attribuzione del quadro della Madonna Assunta al Guercino, tutti volevano restaurarlo, perfino portandolo via da questa chiesa, però nessuno si è mosso concretamente». Decise e sferzanti le parole di Don Pasqualino, che non ha potuto esimersi dal voler ribadire pubblicamente il suo sostegno alla grande generosità dell’imprenditore. Il restauro avverrà ai piani superiori del complesso sacro, dove sarà prontamente installato un laboratorio per i lavori. Si farà quindi il possibile per fare restare l’opera nella sua sede originaria, rispettando così l’ordine naturale delle cose. Come soleva dire Daniel Barenboim: ogni grande opera d’arte ha due facce, una per il proprio tempo e una per il futuro, per l’eternità. Grazie al mecenatismo di Mario Nappa, verrà apposto un piccolo tassello per eternità.

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!

Don Pasqualino annuncia il restauro del Guercino nella chiesa di S. Francesco ultima modifica: 2018-11-22T10:00:21+00:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top