TRADIZIONI

La Festa dei Cornuti di Ruviano: una tradizione singolare!

Tra le colline di Ruviano, piccolo paesino dell’alto casertano, ogni anno si rinnova una tradizione piuttosto singolare e al tempo stesso pittoresca: la Festa dei Cornuti. L’evento si svolge (come da consuetudine consolidata da circa 40 anni) l’11 novembre, in occasione della Festa di San Martino, ed ha radici antichissime. Pensate che si celebrava già in epoca pagana, pur essendo stato ufficialmente ripreso soltanto in tempi recenti. 

San Martino, il vino e il bestiame

Alla figura del santo è legato un momento dell’anno particolare, noto come L’Estate di San Martino, che solitamente coincide con gli inizi di novembre. Si tratta di un periodo autunnale in cui, dopo il primo freddo, si può godere di bel tempo e di un clima relativamente mite. Durante questi giorni di novembre, la tradizione vuole che si possa degustare il vino novello prodotto dalla vendemmia. Non a caso è diffuso il detto popolare: «A San Martino ogni mosto diventa vino»

vino

San Martino viene anche ricordato come patrono dei cornuti, termine dal significato ambiguo che ha dato origine a due differenti credenze. Molti pensano che questa attribuzione sia stata generata in conseguenza delle fiere di bestiame (animali dotati di corna, appunto) che si tenevano proprio durante l’estate di San Martino. C’è poi un filone di maliziosetti che opta per una versione più piccante. Secondo loro, nel periodo della vendemmia, contadini e contadine si abbandonavano all’ebrezza del vino. Allentando i freni inibitori, si lasciavano trascinare in nottate di festeggiamenti e di totale libertinaggio.

Come nasce la Festa dei Cornuti

La festa dei cornuti come la conoscono oggi gli abitanti di Ruviano e coloro che negli anni vi hanno assistito, nasce l’11 novembre di molti anni or sono. Un gruppo di amici si ritrovò a trascorrere una serata gustando carne di montone, accompagnata da ottimo vino paesano, tra una battuta e l’altra. Terminata la cena, in un’atmosfera goliardica e incoraggiati dal vino, questi amici decisero di indossare delle corna di montone e sfilare così conciati per le strade del paese. Strano ma vero, quella scenetta comica divertì molto gli abitanti del luogo, i quali vollero riproporre la sfilata anche l’anno successivo. Nacque, quindi, una vera e propria tradizione che si ripete da circa 40 anni e, in seguito alla quale, è sorta anche l’Associazione Cornuti Ruvianesi, che si occupa proprio dell’organizzazione dell’evento.

La sfilata dei Cornuti

Anche quest’anno, quindi, potremo assistere alla singolare sfilata in costume con corna annesse. La processione, accompagnata dalla banda, toccherà le vie del paese e si concluderà con l’incendio di un fantoccio di pezza, anch’esso provvisto di grosse corna. Il motivo delle corna indossate è una costante della festa e serve a propiziare un antico rito atto a scongiurare l’odioso peso delle corna.

Allora, cosa aspettate? Venite con noi a Ruviano per trascorrere una serata verace tra i cornuti, gustando carne di montone e vino. Fidatevi di noi, il divertimento è assicurato!

Annamaria Fusco

Autore: Annamaria Fusco

Desiderosa di scoprire lingue e culture diverse dalla propria, si iscrive alla facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Da quel momento si innamora della Spagna e del suo meraviglioso idioma. Parola e scrittura sono i due aspetti della comunicazione che più la rappresentano e che coltiva ogni volta che può. E’ dalla laurea che sogna di soggiornare per lunghi periodi in Spagna e pian piano il sogno sta diventando realtà!

La Festa dei Cornuti di Ruviano: una tradizione singolare! ultima modifica: 2017-11-10T11:41:48+00:00 da Annamaria Fusco

Commenti

To Top