MONUMENTI NEWS

La Mostra di Mitra a Santa Maria Capua Vetere

Cropped Mitreo Smcv.jpg

La città di Santa Maria Capua Vetere, sorta dalle ceneri dell’antica Capua romana, conserva ancora oggi un fascino che profuma di Storia. Prima opera degna di nota fra tutte è sicuramente il suo maestoso anfiteatro, secondo solo al Colosseo della capitale. Tra le diverse attrazioni presenti a Santa Maria Capua Vetere, è di singolare valore il Mitreo, luogo di culto di cui vi abbiamo parlato un po’ di tempo fa. Bene, il 5 novembre si concluderà la Mostra di Mitra, per cui vi forniamo gli ultimi dettagli per non perdere questa fantastica occasione!

La mostra di Mitra e i culti orientali

L’oggetto di questa meravigliosa mostra sono state (e saranno ancora per poco) le religioni orientali, tra cui quella del Dio Mitra. L’evento si sta svolgendo a Santa Maria Capua Vetere nel Museo Archeologico dell’Antica Capua, con il titolo di Mitra a Capua Vetere tra Oriente e Occidente. La Mostra ha avuto inizio il 15 giugno, e si concluderà in via definitiva il 5 novembre di quest’anno. Il Polo Museale della Campania ha fortemente voluto questo evento, che si inscrive in un maxi progetto di valorizzazione del territorio di Santa Maria Capua Vetere. L’obiettivo è infatti quello di far conoscere e rendere omaggio alle bellezze di immenso valore storico che la città vanta ormai da secoli. Proprio qui infatti è stato edificato il Mitreo, il tempio di Mitra, in onore del dio al centro del culto misterico.

Mitreo
Interno del Mitreo

Quest’atmosfera di mistero e di antico sapere avvolgerà i visitatori nel percorso previsto, caratterizzato da attività performative programmate dal Comune nell’ambito del POC Campania 2014-2020. La curatrice della mostra è Ida Gennarelli, direttore del Museo archeologico dell’antica Capua, Mitreo e Anfiteatro Campano. Sarà coadiuvata da Serenella Ensoli, docente di Archeologia Classica del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università Luigi Vanvitelli. Il progetto espositivo ha visto inoltre la partecipazione di diversi sponsor regionali, che hanno sposato questa importante causa culturale. Hanno partecipato alla realizzazione degli ambienti interattivi ed esperienziali immersivi il Graphics eMotion e il CIAL, una società italiana specializzata in installazioni museali. La possibilità di collaborare per un’iniziativa di questo genere ha permesso alle due società di unire le proprie forze. Tutto questo per guardare a nuove prospettive, sempre volte all’estetica e al valore dell’esperienza in un museo.

E non finisce qui…

Nel suggestivo percorso previsto dalla mostra saranno esposti oggetti del culto di Mitra, bassorilievi, statue, bronzetti, videoinstallazioni, pannelli, e diversi apparati scenografici. Il mitraismo è sempre stato contornato da un’aura di magia e mistero, per cui verrà presentato in maniera affascinante assieme alle altre religioni orientali. Si spiegherà inoltre come questo sia penetrato fino in Campania, evocando il rituale e le cerimonie iniziatiche degli accoliti. Al centro della mostra sarà il sacrificio del toro, momento particolarmente intenso dei rituali iniziatici. I visitatori saranno accompagnati da effetti visivi e sonori che li proietteranno direttamente in quell’antica realtà. Sarà un po’ come trovarsi all’epoca in cui gli adepti si dedicavano ai riti e ai banchetti comuni. L’allestimento infatti si è focalizzato sul progetto di restauro del Mitreo, a cui si sta dedicando il Polo museale della Campania.

Interno Mitreo
Ingresso del Tempio di Mitra a Santa Maria Capua Vetere

L’Istituto Centrale del Restauro del MIBAC ha collaborato alla realizzazione di questo lavoro, Il cui scopo è stato quello di rendere ancora più dinamico il dibattito scientifico. Emergeranno novità sulle quali si potranno interrogare sia esperti che profani della materia. Fulcro della mostra sarà l’immenso valore che l’arcaica colonia di Capua ha avuto nel corso della Storia. Questa infatti è stata sede di una delle scuole gladiatorie di maggior rilievo dell’Impero. Il legame tra il culto mitraico e il mondo dei gladiatori era intenso, tanto che la figura di Traiano veniva spesso rappresentata come Mitra. Non perdete questa magnifica occasione di arricchimento culturale e spirituale! Addentratevi nella magia del passato, dove si nascondono arcani misteri e straordinarie scoperte!

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!
La Mostra di Mitra a Santa Maria Capua Vetere ultima modifica: 2019-10-08T11:13:58+02:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top