CASERTA NEI SECOLI ITINERARI

Una passeggiata nel mondo antico: Marzanello Vecchio e il suo borgo

Foto di Marzanello vecchio

Non c’è da stupirsi se, in ogni regione d’Italia, esistono borghi d’incommensurabile fascino e bellezza. Ci troviamo in un paese antico, e (a dirla tutta) è proprio la zona casertana ad essere tempestata di tanti piccoli e suggestivi borghi, dove il tempo non sembra essere trascorso. Le mura si ergono fiere anche dopo secoli, e avventurarsi in questi luoghi tanto bucolici dona pace e serenità. Uno di questi è Marzanello Vecchio, ma soprattutto il suo ameno borgo!

Marzanello Vecchio: qualcosa di nuovo e qualcosa di antico

Marzanello Vecchio è collocata tra il nuovo centro abitato di Marzanello e quello di Vairano Patenora. Raggiungere questo sito così peculiare prevede una discreta salita da percorrere a piedi, ma il punto di arrivo vale tutta la fatica. Immergersi nel lussureggiante panorama (dal quale si può ammirare anche l’antico borgo di Vairano Patenora) costituisce un’esperienza unica, da provare almeno una volta nella vita. Ci si sente quasi parte di quello stesso mondo così perfetto, dove gli equilibri sono precisi e il ritmo della quotidianità subisce una sorta di arresto. Tutto si ferma, e in quell’attimo si riesce ad apprezzare quanto di meraviglioso si dispiega davanti ai nostri occhi. Se poi si guarda con maggiore attenzione, si possono vedere da una parte i Monti Trebulani, e dall’altra le imponenti vette di Roccamonfina.

Marzanello Vecchio, vista sulla vallata

Panorama della valle (Foto di guideslow.it)

Ad accoglierci c’è la chiesa di Chiesa di San Nicola, sorta sulle spoglie della vecchia magione precedentemente ivi ubicata. Ha subito diversi rimaneggiamenti, così come la torre della cinta muraria, oggi trasformata in un belvedere che permette di godere dello splendore circostante. Il Castrum Marzanelli era composto da un sito fortificato, la cui origine risale probabilmente all’epoca delle primissime invasioni barbariche. Assunse piena dignità urbana tra il IX e X secolo, periodo in cui la regione del Medio Volturno fu oggetto delle incursioni dei Saraceni. Sulla storia delle rovine di Marzanello Vecchio non si conoscono troppi dettagli, però è noto che alcuni elementi architettonici siano da riferirsi ad un lasso di tempo precedente al XV secolo. Le testimonianze scritte, invece, sono conservate nell’archivio del Museo Provinciale Campano di Capua.

Passeggiare a Marzanello

Tra questi documenti vi è un manoscritto di notevole importanza, che fornisce una descrizione di come appariva Marzanello Vecchio in passato. Si tratta di un Apprezzo del Feudo di Marzanello, cioè una sorta di descrizione notarile del terreno, che venne redatta nel 1724 e datata l’anno successivo. La persona incaricata di stendere la relazione fu Tabulario D. Onofrio Parascandolo, su ordine del Marchese di Valletta.

Marzanello Vecchio, vista sulla chiesa

Uno scorcio suggestivo del borgo, dove s’intravede la piccola chiesetta di San Nicola (Foto di guideslow.it)

Marzanello viene descritta così: «[…] situata in una cima di montagna, e si ascende in essa per due strade, una, che circonda d.a montagna larga ed [agevola], e l’altra più commoda a salire a piedi, ed a cavallo […] vi sono molte colline e territori pendinosi alberati con cerque per uso di pascolo, e principiando ad entrare in essa Terra per una strada verso mezzogiorno, e per altre strade fra mezzo di essa si va ad sito alquanto pendinoso, ove è un edificio antico di una Torre diruta, qual’era per uso di carceri, e nell’entrare in essa s’incontrano molte altre stradette fra mezzo, che conducono alle abitazioni dei cittadini di essa Terra, e sono fabricate tutte di pietra viva, e parte di esse sono a due solari, e parte piane, tutte coverte a tetti, parte ad una penna, parte a due e tengono finestre, e porte a d.e strade».

Marzanello Vecchio, vicino a Vairano Patenora

Da Marzanello Vecchio si può godere della magnifica vista del borgo di Vairano Patenora

Questa Torre a cui si fa riferimento viene citata anche in altri documenti, sebbene sia tuttora di difficile identificazione. Ad ogni modo è affascinante pensare di intraprendere una piacevole passeggiata in quel di Marzanello, per assaporare le meraviglie di un tempo lontano. Se siete in cerca di un posto tranquillo dove dedicarvi al totale relax, magari indulgendo in pranzi succulenti nei vicini agriturismo, Marzanello Vecchio è ciò che fa al caso vostro. Cultura e buona cucina, ancora una volta, ad un passo da noi!

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!

Una passeggiata nel mondo antico: Marzanello Vecchio e il suo borgo ultima modifica: 2019-05-06T12:17:27+02:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top