EVENTI

Medievocando torna a Caiazzo per la sua quarta edizione

Medievocando - cavaliere

Dopo il successo degli ultimi tre anni, questo weekend ci sarà l’edizione numero quattro di Medievocando, la festa a tema medievale diventata ormai tradizione a Caiazzo. Organizzata dall’Associazione culturale Medievocando, l’evento si svilupperà sabato 15 e domenica 16 giugno.

La kermesse giunge alla quarta edizione

La manifestazione di Medievocando a Caiazzo, come detto, giunge alla sua quarta edizione. La sua presentazione è avvenuta qualche giorno fa alla presenza del presidente dell’Associazione culturale Medievocando Giuseppe Puorto, il sindaco della città Stefano Giaquinto ed il presidente della Commissione Sanità della Regione Campania, Stefano Graziano. La presenza di quest’ultimo ha sancito l’ufficialità del Patrocinio morale della regione. Questo si aggiunge a quello della Provincia di Caserta, del Comune di Caiazzo, della Camera di Commercio di Caserta, del Touring Club e della facoltà di Lettere e Beni Culturali dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli.

Una foto dalla scorsa edizione di Medievocando

Una foto dalla scorsa edizione di Medievocando. Fonte: Facebook

Medievocando nasce per permettere a cittadini e visitatori di rivivere ciò che fu il borgo di Caiazzo nel Medioevo. Come nelle precedenti tre edizioni, si potranno ammirare vari artisti di strada tra i vicoli del paese. Ci saranno, infatti, alabardieri, maghi, sbandieratori, giullari e numerosi figuranti in costume. L’obiettivo dell’evento è  promuovere un territorio meraviglioso e ancora troppo sottovalutato. Per farlo è ovviamente opportuno non dimenticare usi e costumi che hanno contraddistinto la parentesi medievale del borgo.

Il programma di Medievocando

Il programma della due giorni di Medievocando si aprirà il sabato 15 giugno con il convegno Eretici, dissidenti e streghe in Italia tra medioevo ed età moderna. La relazione si terrà presso l’ex Chiesa dell’Annunziata di Caiazzo. Sarà curata dal professore di Storia moderna Università della Campania Luigi Vanvitelli Daniele Santarelli e dell’operatrice culturale di MUS.E FIRENZE Domizia Weber. I relatori entreranno nel merito della tematica dei metodi di tortura e supplizio utilizzati nel Medioevo per punire chi era visto come minaccia dell’ortodossia cristiana. Nell’occasione, inoltre, si potranno osservare delle macchine di tortura fedelmente ricostruite da alcuni artigiani e messe a disposizione dal Museo itinerante della Tortura.

Medievocando 2019

La locandina dell’evento di quest’anno. Fonte: Facebook

Più ricca sarà la programmazione di domenica 16 giugno. La giornata, infatti, si aprirà alle 17 con il corteo storico seguito dall’esibizione degli sbandieratori del Borgo San Nicolò Le Cinque Contrade di Cava de’ Tirreni. A seguire ci saranno gli spettacoli dei falconieri della compagnia Ars Historica e dei pistonieri di Sant’Anna dell’Oliveto (sempre da Cava de’ Tirreni), dei giullari di spade e, per finire, ancora gli sbandieratori. Durante la giornata, ad intrattenere i visitatori, ci saranno gli spettacoli di magia itinerantedel mago Abacuc. Curiosi e turisti potranno aggirarsi lungo i vicoli di Caiazzo ammirando lo spettacolo dei sensazionali panorami e passeggiando lungo il percorso tracciato dall’organizzazione. Lungo questo itinerario, inoltre, potranno gustare le prelibatezze servite sui vari stand allestiti dai produttori e dalle aziende del territorio.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

Medievocando torna a Caiazzo per la sua quarta edizione ultima modifica: 2019-06-12T10:00:18+02:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top