EVENTI

Modigliani Opera: la grande arte alla Reggia di Caserta

Modigliani Mostra Reggia Di Caserta

La Reggia di Caserta, dopo la Klimt Experience, si prepara ad ospitare un’altra mostra di assoluto prestigio: la Modigliani Opera. Un vero e proprio viaggio capace di coinvolgere, grazie ad una esperienza multisensoriale, il visitatore a 360 gradi. Dal 4 maggio al 31 ottobre 2018, infatti, i saloni dell’ex Aeronautica ospiteranno l’alta tecnologia a servizio della grande arte in un connubio perfetto, teso, letteralmente, a mettere in scena vita e contesto storico di un artista straordinario.

Il percorso della mostra

Il viaggio multisensoriale, promosso dalla Fondazione Amedeo Modigliani, in collaborazione con ETT e Space, è articolato in ben quattro sale e prevede un laboratorio didattico, una sala con visori VR, una con ologrammi in 4K ed un ultimo ambiente in cui verrà proiettato, su uno schermo a 360°, un docu-film sulla vita e le opere di Amedeo Modigliani.

Modigliani Opera Reggia Di Caserta 600x314

La locandina della mostra alla Reggia di Caserta

Varie le tematiche affrontate nelle sale della Reggia di Caserta, tutte legate alla figura del Modigliani. Lo spettacolo unisce la comunicazione cinematografica e teatrale con originali animazioni 2D e 3D, motion graphics, videomapping sound design, ricreando atmosfere particolarmente suggestive.
La narrazione prevede una storyline principale arricchita da storyline secondarie, con un minimo comune denominatore: la metafora dell’occhio, strumento attraverso il quale Modigliani ha trasformato la realtà in arte.
Non mancano le voci fuori campo, accompagnate dalla musica di Alessandro Luchi, e brevi scene che illustreranno episodi significativi del percorso artistico di Modigliani.

Amedeo Modigliani: una vita dolorosa

Nato a Livorno nel 1884 da una famiglia di ebrei dediti al commercio, Modigliani sente fin da piccolo un forte interesse per il disegno. Colpito da pleurite in tenera età, inizia a frequentare l’atelier di Guglielmo Micheli che lo istruisce sull’arte della macchia. La malattia incurabile da cui è affetto, però, non smette di tormentarlo. Per questo, con la madre, decide di compiere un viaggio nelle regioni del sud Italia, alla ricerca di un clima più mite e distensivo. È così che conoscerà città come Napoli, Capri, Pompei, ma anche Roma, nelle quali avrà la possibilità di ammirare musei e monumenti. Tornato a Livorno, s’iscrive prima alla scuola libera di nudo dell’Accademia di Firenze, poi a quella di Venezia.

Modigliani opera alla reggia di caserta

I volti femminili secondo Modigliani

Ben presto però abbandona gli studi, conducendo per qualche tempo una vita dissoluta tra hashish ed alcool. Le cose cambiano quando Modigliani si trasferisce a Parigi nel 1906. Fulcro dello sviluppo delle principali avanguardie artistiche, la capitale francese gli dà modo, infatti, di incontrare personaggi provenienti da tutta Europa. Fra questi Utrillo, che sarà il compagno di serate più fedele di Modigliani. Molto particolare il rapporto con le donne, soggetto principale delle sue opere. Nel 1917 va in scena la prima personale di Modigliani nella Galleria Berthe Weill che, a causa dei nudi in vetrina, viene chiusa per scandalo il giorno stesso. In questo periodo l’artista conosce colei che diventerà la sua musa e poi sua moglie: Jeanne Hébuterne.

Modigliani Mostra Reggia Di Caserta

La morte e la fama postuma

Colpito da una forma di meningite tubercolare, Modigliani muore il 20 gennaio del 1920. Jeanne, incinta all’ottavo mese, a causa del forte dolore per la perdita del marito, si suicida la notte seguente gettandosi dalla finestra della sua camera. La fama di Modì arriva postuma: il giorno stesso del suo funerale, infatti, ci sarà l’apertura di una sua mostra personale, composta da circa venti dipinti.
Modigliani, che in vita non aveva avuto il successo e la considerazione che meritava, rimarrà uno dei più grandi artisti di cui l’Italia sarà sempre orgogliosa, e le cui opere continueranno ad incantare per i secoli a venire. «Sono io stesso lo strumento delle potenti forze che nascono e muoiono in me». Forze potenti: come gli sguardi magnetici dei suoi volti femminili.

 

Modigliani Opera: la grande arte alla Reggia di Caserta ultima modifica: 2018-04-27T12:55:16+00:00 da Teresa Lanna

Commenti

To Top