PERSONAGGI STORIE CASERTANE

Nicoletta Orsomando: la Signorina Buonasera compie 90 anni

il festival di san remo presentato da Nicoletta Orsomando

Molti ricorderanno le annunciatrici Rai: signore che con eleganza e sobrietà presentavano il palinsesto dei programmi televisivi, soprattutto prima della programmazione serale. Erano figure fondamentali nella televisione del passato, prima della comparsa delle guide tv cartacee o del televideo. Forse però non tutti sanno che Nicoletta Orsomando, una delle prime Signorine Buonasera, come erano chiamate affettuosamente dal pubblico queste annunciatrici, fosse originaria della provincia di Caserta. In occasione del suo 90esimo compleanno vogliamo ripercorrere alcuni aneddoti della sua vita personale e professionale, di cui la prima parte trascorsa a Casapulla .

Nicoletta Orsomando nasce a Casapulla l’ 11 Gennaio 1929

Nicoletta Orsomando, all’anagrafe Nicolina, nasce l’11 Gennaio 1929 in un’abitazione nei pressi della Chiesa Madre, quella in onore di Sant’Elpidio, a Casapulla. I genitori, Marianna Natale e Giovanni Orsomando, celebre compositore e maestro di musica, ebbero sette figli di cui Nicoletta era la quarta.

Il padre di Nicoletta Orsomando

Il Maestro Giovanni Orsomando

Dopo aver passato i primi anni di vita a Casapulla, a causa del lavoro del padre si trasferisce in varie zone di Italia. Vivrà a Lavello, dove il padre dirige la famosa banda sinfonica, poi a Littoria, ovvero Latina, perché questo diventerà solista clarinettista della banda di fanteria. Infine arriverà a Roma nel 1937, dopo che il maestro Orsomando fu chiamato da Mussolini per dirigere la banda della milizia fascista.

Nonostante vivessero a Roma, la famiglia era molto legata alle proprie origini: ogni estate, infatti, passavano un periodo di villeggiatura a Casapulla. E quando nel 1943 il Maestro Orsomando non volle aderire alla Repubblica di Salò e diede le dimissioni, con tutta la famiglia tornarono nel paese natìo. Come sfollati lì vissero con più tranquillità fino alla fine della seconda guerra mondiale. Questa permanenza, in particolare, segna in maniera profonda il legame tra l’annunciatrice e il proprio paese natale, che ha sempre ricordato con affetto.

Una foto autografata di Nicoletta Orsomando agli esordi in Rai

Nicoletta Orsomando agli esordi in Rai

Il lavoro in Rai come Signorina Buonasera

Nel dopoguerra, ritornati in pianta stabile a Roma, Nicoletta conclude i suoi studi magistrali e si iscrive ad un corso universitario per diventare assistente sociale. Dal carattere indipendente, comincia a lavorare per un ente che si occupa dell’assegnazione di case popolari, continuando a sviluppare un forte lato artistico. Prova la strada del teatro e successivamente quella della radio, ma viene scartata dopo un mese di corso di dizione. Successivamente va, senza troppa convinzione, al provino per la televisione e con suo stesso stupore è selezionata come annunciatrice. Il suo primo annuncio viene fatto il 22 ottobre 1953, prima di un documentario britannico. L’emittente RAI era ancora in fase sperimentale, la televisione italiana nascerà il 4 Gennaio 1954 e possedere un apparecchio televisivo era un lusso per pochi.

uno delle prime tv da cui Nicoletta orsomando entrava nelle case italiane

Uno dei primi apparecchi televisivi in commercio

Quello della televisione era un rito, soprattutto serale, da vivere tutti assieme. Ci si riuniva nei bar, davanti ai negozi di elettrodomestici o in casa di chi già possedeva una televisione, chi appariva attraverso lo schermo diventava un persona di famiglia. E così anche Nicoletta, nel tempo, ha saputo guadagnarsi fama e affetto dai telespettatori. Soprattutto perché i primi telegiornali non erano come lo sono oggi e alle annunciatrici spettava anche di occuparsi di notizie come scoperte o avvenimenti.

Il ritorno a Casapulla come ospite d’onore

Una presenza costante nelle case degli Italiani per 40 anni, in cui sono stati alternati annunci e conduzioni di programmi. Dal 1993 Nicoletta Orsomando è in pensione, riapparendo come ospite in molte trasmissioni fino a pochissimo tempo fa, godendo di un’ottima salute. Non ha dimenticato il suo paese natale, e in questi anni è tornata a Casapulla per delle occasioni speciali.

Inaugurazione di una via intitolata al padre di Nicoletta Orsomando

inaugurazione di via Giovanni Orsomando a Casapulla

Un’occasione molto importante per lei e per la sua famiglia è stata l’inaugurazione di una strada intitolata al Maestro Giovanni Orsomando, nel 2000. Per prendere parte a questa cerimonia ufficiale dedicata alla memoria del padre, Nicoletta e due sorelle, Liliana e Titti, sono tornate nei luoghi della prima infanzia. A questo incontro è seguito un altro nel settembre 2006 grazie al primo raduno bandistico della Città di Casapulla in onore di Orsomando. Il Maestro casapullese ha infatti dato un forte apporto alla tradizione delle cosiddette bande di musica, in passato più forte di oggi. Ancora oggi il suo cavallo di battaglia, Cuore Abruzzese, è considerato un capolavoro del genere delle marce sinfoniche.

Per questa ragione Nicoletta è sempre stata orgogliosa e disponibile a partecipare a manifestazioni in onore del padre. Intanto da Casapulla e da tutta la provincia, aspettando un prossimo incontro, non possiamo che farle tanti auguri per queste sue 90 candeline!

Benedetta De Rosa

Autore: Benedetta De Rosa

Nata a Caserta e vissuta in provincia, i primi ricordi felici che ho sono nel Parco della Reggia, che mi ha insegnato l’amore per l’arte e la bellezza.
Appassionata di libri, musica e cinema, ho studiato archeologia per poi passare al “lato oscuro” della letteratura. Collaboro con varie testate giornalistiche ma non so ancora cosa farò da grande.
Anche se il sogno è quello di poter lavorare per Alberto Angela.

Nicoletta Orsomando: la Signorina Buonasera compie 90 anni ultima modifica: 2019-01-11T16:22:36+00:00 da Benedetta De Rosa

Commenti

To Top