PRODOTTI TIPICI E RICETTE

Olio Terre Aurunche: l’evo dop della provincia di Caserta

C’è una cosa che accomuna tantissimi casertani: la merenda della nonna. Il prezioso spuntino, spesso condito anche con qualche granello di zucchero, consisteva in una fetta di pane impregnato di olio di oliva. Questo tipo di alimento è ricco di energie ed estremamente salutare. Esso è inoltre caratteristico del casertano poiché è proprio nelle nostre terre che si trovano importanti produzioni di olio evo, molte di queste insignite del marchio DOP.olioTra le tipologie più importanti troviamo il Terre Aurunche DOP. Quest’ olio viene prodotto con gli oliveti coltivati nella zona nord della provincia casertana. I comuni interessati, disposti per la maggior parte nei pressi del vulcano spento di Roccamonfina, sono: Caianello, Carinola, Cellole, Conca della Campania, Falciano del Massico, Francolise, Galluccio, Marzano Appio, Mignano Monte Lungo, Mondragone, Rocca D’Evandro, Roccamonfina, San Pietro Infine, Sessa Aurunca, Sparanise, Teano, Tora e Piccilli.

Le caratteristiche dell’olio Terre Aurunche

Il disciplinare di produzione prevede che almeno il 70% delle olive utilizzate provengano dalla cultivar Sessana. Essa deve il suo nome al comune di Sessa Aurunca, il più esteso della zona di produzione. La Sessana è conosciuta anche come: Licinia, Cicinella, Olivastro e Sessanella. Non meno valide sono le olive delle cultivar minori, ovvero la Corniola, l’Itrana e la Tonacella.

olio
Sul sito dell’Assessorato all’agricoltura della Regione Campania il Terre Aurunche viene così descritto: «presenta ottime caratteristiche fisiche chimiche ed organolettiche con acidità inferiore a 0,60 e un buon contenuto in polifenoli; gusto dai toni buoni di amaro e piccante, colore che va dal giallo paglierino al verde più o meno intenso».
Sullo stesso sito viene citato il Consorzio Tutela e Valorizzazione della Denominazione di Origine Protetta dell’olio extravergine di oliva Terre Aurunche, con sede a Riardo.
Di certo svolgono un ruolo importante nella coltivazione delle olive il clima e la natura vulcanica del terreno. L’olio che ne risulta si rivela fruttato all’olfatto – ma anche al gusto – con dei sentori di carciofo e di mandorla.

olio

Il marchio dop è stato ufficialmente conferito a questo prodotto il 7 aprile 2011.
Dalle olive derivano l’olio e altri prodotti che vengono utilizzati non solo in ambito culinario, ma anche nella produzione di cosmetici, soprattutto quelli dedicati all’idratazione e alla cura della pelle, oltre che di profumi.

olio

Il Terre Aurunche è accessibile a tasche differenti. Un buon olio oscilla tra i sette e i 10 € al litro, mentre per le varietà dop si parla di un intervallo di prezzo compreso tra i 20 e i 30 euro. Altre tipologie di olio Evo della provincia di Caserta sono il Terre del Matese e il Colline Caiatine.

Mariarosaria Clemente

Autore: Mariarosaria Clemente

La mia passione è raccontare storie. Ho iniziato a scrivere da piccolissima, poco dopo è nato il mio amore per il cinema ed ho ricevuto la prima macchina fotografica. Parole e immagini, coltivo tutto ciò che mi aiuta a costruire mondi

Olio Terre Aurunche: l’evo dop della provincia di Caserta ultima modifica: 2017-08-09T16:46:54+00:00 da Mariarosaria Clemente

Commenti

To Top