PRODOTTI TIPICI E RICETTE

Pastellessa: una festa, una musica, un ottimo piatto tradizionale

la pastellessa tipica di Macerata Campania

Nel 1823 Giuseppe Maria Alfano scriveva, in Istorica Descrizione del Regno di Napoli, che nel casale di Catorano (Caturano, frazione di Macerata Campania) era presente la produzione di castagne. Non stupisce, quindi, che il piatto tipico di Macerata è proprio la Pastellessa (detta anche past’e’llesse), ovvero la pasta con le castagne. Scopriamo di più su questo ottimo piatto della nostra tradizione.

La storia della pastellessa di Macerata Campania

Come dicevamo nel maceratese era presente, anche se oggi è scomparsa del tutto, la produzione di castagne. Elemento tipico della cucina povera, questi frutti provenivano anche dalla molto vicina Roccamonfina, tutt’ora sede di nutriti castagneti. Anni addietro le castagne erano quindi un ingrediente molto facilmente recuperabile, oltre che particolarmente nutriente. Questa era una cosa non da poco per chi non poteva permettersi molto, soprattutto nel periodo invernale.

piatto di pastellessa di Macerata Campania

Piatto di pastellessa – foto Caserta Zon

Come vi abbiamo raccontato poi, in questo rigido periodo dell’anno, Macerata festeggia Sant’Antuono. In quella stessa occasione abbiamo chiarito come, i carri e le manifestazioni sonore della festa dedicata al Santo, prendessero il loro nome proprio da Zì Antonio ‘e Pastellessa, ovvero Antonio di Matteo, che doveva il suo soprannome al fatto di essere, all’epoca, l’unico oste che serviva, appunto, la pastellessa. Abbiamo già svelato nel precedente articolo che fu la grande bravura di Zì Antonio ad allestire il proprio carro della festa a procurargli un’immensa fama nel paese. Questa fama si diffuse al punto che, il suo soprannome, è tutt’ora usato per definire la festa tradizionale ed il particolare tipo di musica ed essa collegato. Per quest’anno, finita la versione maceratese della festa, oggi, domani e dopodomani avrà luogo la festa gemella di Portico di Caserta, intitolata Carri, Cippi e Pastellessa.

In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, l’associazione SapereSapori ha selezionato 150 piatti che rappresentassero al meglio la tradizione culinaria del nostro Paese. Nell’elenco figurava anche la pastellessa.

La ricetta

Per chi volesse cimentarsi in cucina e, soprattutto, assaggiare il succulento piatto, eccone la ricetta e il procedimento di preparazione. Consigliamo di accompagnare il piatto, una volta preparato, con un ottimo vino di uva fragola. Anche quest’ultimo, come le castagne, è stato in passato un tipico prodotto di Macerata, oggi quasi completamente scomparso nella zona. In mancanza del fragolino potrete propendere per il vino Cantone Sannio IGT 2008, che l’Associazione nazionale Città del Vino ha abbinato a questo piatto.

Ingredienti

  • 200 grammi di castagne lesse
  • 300 grammi di pasta corta, meglio se integrale
  • 100 grammi di pancetta
  • Aglio ed olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale
  • Peperoncino
la pentola del soffritto per la pastellessa di Macerata Campania

La pentola del soffritto – foto La cuoca ignorante

Procedimento: mettere a bagno le castagne in un mix di acqua e bicarbonato di sodio, 24 ore prima della preparazione del piatto. Una volta scolati, i frutti risulteranno puliti e morbidi. In una padella antiaderente di dimensioni adatte fate soffriggere l’aglio e il peperoncino nell’olio d’oliva. Dopo pochi minuti aggiungete la pancetta che avrete tagliato a dadini e lasciate soffriggere anche quella fino a renderla ben colorita. Accertatevi che la fiamma sia bassa ed aggiungete le castagne al soffritto, lasciando che il tutto si amalgami per bene. Mentre preparate il condimento cuocete la pasta al dente e, una volta scolata, saltatela in padella con il resto degli ingredienti, in modo che si insaporisca per bene.

Et voilà, la pastellessa è pronta per essere gustata: buon appetito!

Foto di copertina Terre di Campania

Mariarosaria Clemente

Autore: Mariarosaria Clemente

La mia passione è raccontare storie. Ho iniziato a scrivere da piccolissima, poco dopo è nato il mio amore per il cinema ed ho ricevuto la prima macchina fotografica. Parole e immagini, coltivo tutto ciò che mi aiuta a costruire mondi

Pastellessa: una festa, una musica, un ottimo piatto tradizionale ultima modifica: 2019-01-25T09:02:11+00:00 da Mariarosaria Clemente

Commenti

To Top