NEWS

Allarme pesce siluro nel Volturno: c’è da preoccuparsi?

Pesce Siluro

Il mondo animale è ricco di specie diverse, le quali rappresentano per l’uomo una prediletta fonte di sostentamento. Con alcune di esse è possibile convivere, con altre invece è decisamente sconsigliato, non solo per il male che possono arrecare alle persone, ma anche per quello perpetrato ai danni dei loro simili. Vi parlammo qualche tempo fa del fantomatico alligatore che infestava il Lago di Falciano del Massico: questo killer oggi ha un rivale… il pesce siluro, mostro forse presente anche nelle acque del Volturno!

Il pesce siluro, un predatore senza scrupoli

Forse in pochi conoscono il pesce siluro, specie ittica con particolari caratteristiche che si millanta sia presente nel fiume Volturno, e non solo. Non è raro infatti imbattersi in cartelli intimidatori lungo il guado di questo corso d’acqua, che recitano: «A seguito di segnalazione della presenza di avannotti di Pesce Siluro nel fiume Volturno si avvisano i pescatori, in caso di cattura di questa specie, di qualsiasi taglia, a non rimettere in acqua i pesci, al fine di salvaguardare le altre specie autoctone, facili preda del pesce siluro». Posto in cima alla catena alimentare, il pesce siluro è tutt’altro che una presenza gradita nelle nostre zone, e anche in gran parte dell’Italia. C’è chi ha avanzato si tratti solo di una leggenda, e chi invece ritiene che si tratti di un pericolo reale. In effetti non vale la pena correre il rischio.

Pesce Siluro

Il pesce siluro si trova in Polonia, Ucraina, Grecia e persino in Italia

Questo animale rappresenta un minaccia da non sottovalutare, soprattutto quando si parla di biodiversità. Assomiglia molto al pesce gatto, e spesso è stato confuso con quest’ultimo, col quale però condivide solo l’aspetto. Vive prettamente nei fiumi, sebbene non disdegni i laghi e le paludi. Il mare non è un habitat di suo gradimento, per quanto non si conosca con esattezza la sua inclinazione a frequentare bacini di acque salmastre. Predilige in ogni caso zone molto profonde, ma in caso di caccia cerca anche ambienti meno dispersivi in cui addentrarsi. Il pesce siluro ama nascondersi, ma non è per nulla un tipo timido, anzi! Cela il suo corpo grossolano tra fango e rami, riposando quasi tutto il giorno, ma basta che calino le tenebre per accingersi a cercare il suo cibo prediletto: i pesciolini tipici dei nostri territori! Nonostante appaia così ritroso, costituisce una delle specie più pericolose al mondo.

Il Volturno infestato?

Tutti in allarme a causa della possibile presenza del pesce siluro nel Volturno, sebbene non vi siano prove che avvalorino la notizia. In ogni caso, non è così assurdo ritenere che ciò sia vero, giacché il pesce siluro si sta diffondendo da circa vent’anni in diverse zone del pianeta, compresa l’Italia. Esso è quindi portatore sano di sciagura. Il suo insaziabile appetito e la sua predisposizione all’arraffare e ingurgitare qualsiasi malcapitato esserino abitante dei fiumi, non lo fa apparire di certo come un simpatico cucciolone. Il suffisso –one è tutt’altro che casuale, poiché questo gigante cattivo può raggiungere dimensioni impressionanti. Si stima che esistano, e che siano esistiti, esemplari di due metri o anche più. Ad esempio nell’opera Vita degli Animali di Alfred Edmund Brehm, è stato riportato che nel XIX secolo vennero pescati nel fiume Danubio dei pesci siluro di ben 3 metri!

Pesce Siluro Chiaro

Un esemplare di pesce siluro di colore chiaro

Sembra una sorta di mostro di Loch Ness, poiché i racconti che lo vedono protagonista assumono spesso i colori della leggenda. Tuttavia, è un dato di fatto che questa mefitica creatura causi lo sterminio di moltissimi suoi simili. Ha degli spaventosi occhietti vispi, e un corpo di forma cilindrica che si assottiglia man mano che si raggiunge la coda. È per questo motivo che gli è stato conferito questo bizzarro nome. Non ha le squame, ma in compenso è ricoperto di una sostanza viscida che lo rende ancor meno attraente. Nelle acque torbide e nelle paludi assume un colore scuro, marroncino, mentre nei bacini più cristallini diventa più chiaro. La natura non è stata buona con il pesce siluro, e anche l’intensa attività di pesca intrapresa contro di lui non rappresenta qualcosa di cui andar fieri. Purtroppo però chi di pinna ferisce, di pinna perisce!

 

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!

Allarme pesce siluro nel Volturno: c’è da preoccuparsi? ultima modifica: 2019-06-17T10:34:31+01:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top