EVENTI

PummarolaDay: due weekend per esaltare il pomodoro

PummarolaDay

«Nel mezzo dell’estate, il pomodoro, astro della terra, stella ricorrente e feconda, ci mostra le sue circonvoluzioni, i suoi canali, l’insigne pienezza e l’abbondanza senza ossa, senza corazza, senza squame né spine, ci offre il dono del suo colore focoso e la totalità della sua freschezza». È con queste parole che il poeta Pablo Neruda celebra la sua Ode al pomodoro. E proprio come Neruda che ha esaltato questo ortaggio, anche il territorio casertano gli rende omaggio con il PummarolaDay, la festa del pomodoro promossa da Legambiente Campania, che arriva quest’anno alla sua quarta edizione.

PummarolaDay: il buccaccio o la butteglia

Saranno due i fine settimana dedicati alla tradizione del buccaccio o della butteglia. Si tratta di un rito che i casertani conoscono molto bene: a partire da pomodori di alta qualità, si produce la conserva e il pelato di pomodoro. Chi di noi, nell’arco della propria vita, non ha sentito almeno una volta la propria nonna, zia o mamma sostenere di dover preparare le butteglie? Ebbene, con il PummarolaDay questa vecchia tradizione verrà riscoperta, fornendo anche l’occasione per valorizzare l’agricoltura di qualità e i prodotti nostrani.

PummarolaDay

Le guest star di quest’evento saranno i pomodori tipici della Campania: il Piennolo del Vesuvio, il San Marzano dell’Agro Nocerino-Sarnese e il Fiaschello di Battipaglia. I pomodori saranno i protagonisti di ben quattro appuntamenti, previsti in altrettante location: a Battipaglia, a Pioppi, a Sarno e a Succivo. Qui numerosi volontari lavoreranno oltre 400 kg di pomodoro, allo scopo di produrre una conserva pari a circa 500 buccacci. 

Esaltare i prodotti e valorizzare l’ambiente

Il PummarolaDay si pone come un momento di festa che punta a valorizzare l’agricoltura del nostro territorio. L’obiettivo è coinvolgere i giovani in quello che è un antico mestiere spesso trascurato. È proprio il modo di fare agricoltura, che consente di far arrivare sulle nostre tavole del cibo buono e salutare, esaltando quei sapori che sono un vanto del nostro territorio. Ma si tratta anche di un’occasione per riscoprire dei luoghi in cui si cerca costantemente di promuovere la legalità e di tutelarne la bellezza. 

PummarolaDay

Il primo appuntamento si è tenuto domenica scorsa, pertanto è da non perdere il prossimo. Sabato 2 settembre, infatti, dalle ore 8:00, ci si ritrova tutti a Casale di Teverolaccio di Succivo. Qui il circolo Legambiente Geofilos e la Cooperativa sociale Terra Felix hanno attivato un percorso di agricoltura sociale con l’obiettivo di coinvolgere quanti vorranno intervenire. Dalle 16:00 alle 20:00, invece, l’appuntamento è a Sarno, in provincia di Salerno.

Per maggiori informazioni sull’evento e sui singoli appuntamenti del PummarolaDay, potete consultare il sito di Legambiente Campania o la pagina Facebook ufficiale dell’evento.

Annamaria Fusco

Autore: Annamaria Fusco

Desiderosa di scoprire lingue e culture diverse dalla propria, si iscrive alla facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Da quel momento si innamora della Spagna e del suo meraviglioso idioma. Parola e scrittura sono i due aspetti della comunicazione che più la rappresentano e che coltiva ogni volta che può. E’ dalla laurea che sogna di soggiornare per lunghi periodi in Spagna e pian piano il sogno sta diventando realtà!

PummarolaDay: due weekend per esaltare il pomodoro ultima modifica: 2017-08-29T16:31:45+00:00 da Annamaria Fusco

Commenti

To Top