EVENTI

La Randonnèe Reale attraverso i boschi e la Reggia di Caserta

Bicycle 1834265 1280

Juliana Buhring è una ciclista che nel 2012 ha ottenuto il Guinness World Record come prima donna ad aver circumnavigato il globo in bicicletta. Juliana ha partecipato alla conferenza stampa per la presentazione della seconda edizione della Randonnèe Reale, l’evento ciclistico che si terrà il 30 settembre 2018. La partenza e l’arrivo della manifestazione sono programmati nel Borgo di Castel di Sasso, ed il percorso attraverserà il Parco della Reggia, il Bosco di San Silvestro ed il Belvedere di San Leucio.

La Randonnèe Reale alla Reggia di Caserta

«Ho cominciato a pedalare proprio in queste zone, che sono da sempre nel mio cuore – ha detto Juliana – La particolarità di praticare il ciclismo nei territori casertani sta nel poter ammirare bellezze storiche e artistiche essendo al contempo immersi nella natura». Soddisfatto il direttore della Reggia di Caserta, Mauro Felicori. Egli ha invece commentato: «Selezionare e promuovere le iniziative di risonanza internazionale o potenzialmente attrattive rappresenta il fulcro della nostra strategia di marketing territoriale: l’obiettivo è quello di trasformare il visitatore giornaliero in un turista che sceglie di soggiornare almeno per una notte nell’area casertana, e ciò grazie alla costruzione di una narrazione attorno alla Reggia e al territorio circostante».

La maglia ufficiale

La manifestazione è organizzata dall’Asd Veloclub Ventocontrario. Diverse sono le novità di quest’anno. Tra le più importanti c’è sicuramente il progetto della Provincia di Caserta di realizzare una segnaletica stradale permanente con le tappe della Randonnèe. In questo modo si creerà il primo percorso cicloturistico di valenza internazionale in Campania.

La natura dell’evento

«La cooperazione con le realtà ricettive ed enogastronomiche del territorio rappresenta un elemento vincente della manifestazione. I ciclisti, che l’anno scorso erano quasi per metà provenienti da altre regioni d’Italia, sono tenuti per regolamento a fermarsi nei borghi, e quindi a scoprirli, alternando la velocità della competizione alla tranquillità di un’esperienza turistica decisamente originale». Ha così commentato Giuseppe Gallina, responsabile della  Randonnèe delle Sorgenti e della Randonnèe Reale. Si tratta di un evento sportivo, ma anche dedicato all’accoglienza e all’enogastronomia locale.

Felicori e i rappresentanti dell'evento

I percorsi di gara

Sono due i percorsi di gara: uno di 200 e l’altro di 100 km. Oltre alla Reggia, al Bosco di San Silvestro e al Belvedere di San Leucio, i due percorsi attraverseranno anche i borghi dell’entroterra casertano. I ciclisti avranno quindi modo di ammirare Sant’Agata dei Goti, Caiazzo e Castel Campagnano con le splendide Colline Caiatine, Pietravairano con il Teatro Tempio Romano, i borghi delle acque minerali di Riardo e Pratella, e i siti reali di caccia del Monte Maggiore.

Mariarosaria Clemente

Autore: Mariarosaria Clemente

La mia passione è raccontare storie. Ho iniziato a scrivere da piccolissima, poco dopo è nato il mio amore per il cinema ed ho ricevuto la prima macchina fotografica. Parole e immagini, coltivo tutto ciò che mi aiuta a costruire mondi

La Randonnèe Reale attraverso i boschi e la Reggia di Caserta ultima modifica: 2018-09-26T19:32:44+00:00 da Mariarosaria Clemente

Commenti

To Top