EVENTI

Sagra di Roccamonfina 2018: il Vrollaro più grande al mondo

Sagra Castagna Roccamonfina 2018

D’autunno tutto il territorio dell’Alto Casertano svela i suoi frutti: castagne, nocciole, funghi… e ne celebra la bontà in sagre ed eventi. Ma la regina di tutte le sagre è senza dubbio la Sagra della castagna e del fungo porcino di Roccamonfina. Giunta alla sua 42esima edizione, anche nel 2018 ci accompagnerà tutti i weekend del mese di ottobre. Degustazioni, mercatini, musica, spettacoli ed ovviamente tante profumate caldarroste e pregiati porcini locali affolleranno le vie del caratteristico paese.

Roccamonfina e la sua sagra

Roccamonfina è posta sulle pendici orientali del Monte S. Croce ed è completamente incastonata nel cratere dell’omonimo vulcano. Sconfinati castagneti abbracciano il suo territorio e ricreano l’atmosfera di un bosco fatato. Qui la pace e la serenità intrappolano il tempo e l’autunno si vive più intensamente. Pare che l’origine del paese derivi da una leggenda d’amore della metà del III secolo d.C. Si narra, infatti, che la principessa Fina, figlia di Teles, trovò rifugio presso la sommità del Monte S. Croce. L’imperatore romano Decio perdutamente innamorato la inseguì fin lassù e vi fondò una città dedicandola alla fanciulla. La città infatti venne chiamata Rocca della mia Fina nome oggi tramutato in Roccamonfina.

sagra Roccamonfina 2018

Non è leggenda, invece, ma vera e propria tradizione la nota Sagra della castagna e del fungo porcino che si ripete ogni anno nel mese di ottobre. Organizzato dalla Pro Loco Roccamonfina, l’evento nasce con l’intento di valorizzare il territorio ed i frutti che ne sostengono l’economia. La castagna e il fungo porcino, infatti, continuano ad essere gli ingredienti principi delle degustazioni. Sfileranno per il nostro palato nei piatti più tradizionali come la zuppa di castagne, fagioli e porcini. Ma saranno impiegati anche nelle preparazioni più innovative come i liquori ed il caffè alla castagna. Difficile resistere ai dolci tipici come il castagnaccio, il tronchetto e i deliziosi tartufi di castagna.

roccamonfina castagna sagra

Vrollaro – Foto di Gabriele Roberti

Novità assoluta dell’edizione 2018 è l’istallazione, nell’area mercato, del Vrollaro più grande al mondo. Il vrollaro è il tradizionale strumento utilizzato per arrostire le caldarroste dette appunto vrole. Esso avrà una capienza di 11 quintali di castagne e permetterà a Roccamonfina di aggiudicarsi il Guinness dei Primati battendo il record al momento vantato dal Portogallo.

Programma della Sagra della castagna e del fungo porcino edizione 2018

La Sagra della castagna e del fungo porcino di Roccamonfina vi aspetta il 1314202127 e 28 ottobre 2018 in Piazza Nicola Amore. Qui le caratteristiche casette in legno che ospitano degustazioni, mercatini e show cooking apriranno il sabato dalle ore 10.00 e di domenica dalle ore 9.30. Il weekend 13-14 ottobre sarà legato al tema della prevenzione. Infatti saranno effettuate visite di screening per l’udito (sabato 13) e check up delle patologie della tiroide (domenica 14). Non mancheranno spettacoli musicali di Pizzica e concerti jazz.

sagra castagna di Roccamonfina edizione 2018

Fonte: Roccamonfina.net

Sabato 20 ottobre, alle ore 17.30 sarà la volta della letteratura con l’assegnazione del Premio internazionale Rocca, mentre alle ore 22.00 andrà in scena lo spettacolo comico di Giobbe Covatta. Domenica 21 ottobre, alle 17.30 ci attende un viaggio sensoriale con lo Chef Emilio Pompeo ed il Maestro Brandi in uno show cooking intitolato Prima l’ovulo o il porcino? La serata sarà allietata dall’orchestra Real Band Show e alle 22.00 con lo spettacolo di Federico Salvatore. Sabato 27 ottobre dalle ore 20.00 Enrico Capuano e la Tammurriata Rock riattiverà l’intero cuore del vulcano spento. Domenica 28 ottobre, alle ore 18.00, in diretta televisiva, ci sarà l’atteso momento dell’assegnazione del record mondiale a Roccamonfina per il Vrollaro più grande al mondo. A seguire ci sarà il concerto Figli delle stelle e per concludere in allegria lo spettacolo comico di Maurizio Mattioli.

castagneti di Roccamonfina sagra 2018

Inoltre, chi tra una degustazione e l’altra, ha voglia di scoprire il territorio di Roccamonfina può partecipare alle visite guidate ed escursioni tra i castagneti. Le visite interesseranno i monumenti e i luoghi simbolo di Rocca, come il Santuario della Madonna dei Lattani e le sue leggende. Mentre le escursioni rappresenteranno una vera e propria immersione in un mondo di naturale benessere. Per partecipare a tali attività si consiglia di contattare la Pro Loco Roccamonfina. Non servono altre parole, è facile farsi conquistare dalla tradizione e dalla singolarità di Roccamonfina. E per chi fosse impossibilitato a vivere di persona le emozioni della sagra ricordiamo che gli eventi della domenica saranno live su RadioMarte.

Luisa Masiello

Autore: Luisa Masiello

Laureata in Economia e Management ma da sempre affascinata da ogni forma d’arte: scrittura, poesia e pittura sono il suo passatempo preferito… Il suo sogno nel cassetto? Come ogni desiderio resta celato in attesa di diventare realtà.

Sagra di Roccamonfina 2018: il Vrollaro più grande al mondo ultima modifica: 2018-10-13T12:28:44+00:00 da Luisa Masiello

Commenti

To Top