ARTE CONSIGLI UTILI ITINERARI

Aversa, meta da scoprire e riscoprire in tour

Aversa meta da scoprire - Cattedrale Di San Paolo

Non c’è nulla di meglio che partire e lasciare a casa la propria routine. Le vacanze, le mete inesplorate, tutto organizzato per non perdersi nulla ed immergersi in realtà sconosciute. Purtroppo non è ancora tempo di vacanza, ma possiamo concederci delle gite fuori porta in Campania, che offrono a pochi chilometri di distanza, il giusto compromesso tra la scoperta dell’insolito e la gestione del tempo. Aversa è una meta perfetta da scoprire e riscoprire, con tanti luoghi poco noti.

Aversa meta ra scoprire e riscoprire in Tour: La Storia Del Duomo Di Aversa
Aversa vista dalla cupola ottagonale del suo Duomo

Aversa, una meta perfetta per il turismo campano

Con la Stazione Ferroviaria e con il collegamento metropolitano da Napoli, Aversa risulta facilmente visitabile con i mezzi pubblici. Se proprio non volete rinunciare al piacere di guidare, troverete parcheggi per tutte le tasche, una volta giunti in città. Iniziamo il tour da Porta Napoli, detta Arco dell’Annunziata, che presenta ben due orologi ai lati ed è la porta d’accesso alla città normanna. La sua fama ha accompagnato la proverbiale doppiezza degli aversani, nell’ingegno, non certo nella moralità. Da non perdere la Chiesa dell’Annunziata, che con i suoi simboli segreti e i suoi dipinti, saprà stregarvi. Proseguendo per le vie dello shopping, potrete imbattervi in una doppia scelta. Proseguire lungo l’antica via spagnola del Lemitone, storico quartiere d’Aversa, dove è possibile fare spese pazze per un look di moda a piccoli prezzi, oppure continuare su Via Roma.

Dimore storiche da scoprire

Lungo questa strada la nobiltà aversana si batteva per avere il portale più alto. Più era grande e arioso l’ingresso del palazzo, maggiore era il potere di chi lo abitava. Non possiamo privarvi della bellezza di alcuni dei palazzi storici che Aversa conserva e che vi auguriamo di visitare. Palazzo Pelliccia, poi Candia, ha ospitato il Re Vittorio Emanuele. Si trova nella piazza centrale d’Aversa, con una meravigliosa fontana zampillante centrale. Il particolare orologio del palazzo, oggi non più funzionante, aveva ben tre sonorità; per l’ ora, la mezz’ora e per i quarti d’ora.

Aversameta da scoprire e riscoprire in Tour.jpg
Palazzo Pelliccia Poi Candia di Aversa – Foto Aversa insolita e segreta

Un altro palazzo da segnalare è Villa Stabile-Golia, interessante dimora storica in puro stile liberty-moresco, oggi visitabile perché sede di un prestigioso ristorante aversano.
Sempre in stile moresco, il Teatro dedicato al musicista aversano Domenico Cimarosa, si trova nei pressi della villa Comunale. La sua storia nasconde un primato tutto aversano, perché è il primo palazzo ad avere la solida struttura in cemento armato, che per il 1924 era davvero una novità d’avanguardia. Il senatore Giuseppe Romano ha ricavato il Teatro Cimarosa da un caffè Chantant del 1889, e ridipinto un salottino privato in un neo-rococò delizioso.

Teatro Cimarosa
Teatro Cimarosa – Foto Dinamo86

Non possiamo dimenticare un altro palazzo nobiliare di cui è visitabile il cortile interno: Palazzo Golia. Vi troverete una splendida fontana con la Campania Felix al centro, alberi secolari e un vero e proprio giardino pensile. Il palazzo è rimasto nella storia perché ha ospitato Garibaldi alla vigilia dello storico scontro sul Volturno, il 1 Ottobre del 1860.

Aversa e le sue chiese poco note

Risulterebbe impossibile descrivervi in un solo articolo, tutte le chiese che questa splendida città possiede. Oltre alle conosciute Chiese di Santa Maria a Piazza, il Duomo di Aversa con il suo Museo Diocesano, e la Chiesa di San Francesco delle Monache, vi segnaliamo lo splendido Seminario Vescovile e la neo-restaurata Chiesa di San Domenico. Aversa è davvero un luogo unico, le cui bellezze devono essere scoperte con più d’una visita, e come accade ad ogni incontro rinnovato, ve ne innamorerete sempre di più.

Per la foto di copertina si ringrazia Giacomo Diana

Linda Maisto

Autore: Linda Maisto

Raccoglitrice di tulipani rossi, rincorre chimere con la speranza di non coglierle mai. Dopo aver letto guide utili su come catturare nuvole e come parlare ai pettirossi, sceglie di tornare coi piedi per terra e si laurea in archeologia e in storia dell’arte, scrive di curiosità, storie, bellezze
Aversa, meta da scoprire e riscoprire in tour ultima modifica: 2019-11-25T11:53:59+01:00 da Linda Maisto

Commenti

To Top