ARTE INTERVISTE PERSONAGGI

Carditello e Antonella Capitanata, uno dei volti della Reggia

Veduta del Real Sito di Carditello

Veduta del Real Sito di Carditello

Il Sito Reale di Carditello è tornato a splendere. Conosciuta ormai in tutta la Campania e anche fuori Regione, la tenuta Borbonica ha avuto un ruolo chiave sul territorio, anche per la sua versatilità. Nella seconda metà del 700′ aveva la funzione di fattoria modello e centro sperimentale per la produzione della mozzarella. Le vicende che la hanno attraversato, forse più di tutti, gli anni dell’abbandono, ne hanno forgiato la bellezza e temprato il carattere. E a proposito di punte di diamante, siamo lieti di riportarvi la testimonianza della Vicepresidente della Cooperativa sociale “Il Cardo”, Antonella Capitanata. Con numerosi operatori culturali territoriali e Raffaele Zito, portavoce presso Agenda 21 per Carditello e i Regi Lagni, progetti, aspirazioni e sogni finalmente prendono vita.

Quando “le persone fanno i luoghi”

Carditello è il mio luogo del cuore, ecco perché ho deciso di dedicarci tempo e passione. Senza tanti giri di parole, Antonella va dritta al punto, non ci pensa un attimo. Affascinata dalla sua bellezza, dalla sua storia travagliata, Carditello le ha fatto scattare qualcosa, finché alla curiosità si è aggiunta la passione, e di più. Crede nel progetto di operare una piccola rivoluzione, che parta da questo luogo, in piena fase di sviluppo. Con gli operatori culturali ed i volontari di Agenda 21, vuole creare tante opportunità: laboratori per le scuole, percorsi di alternanza scuola-lavoro, cantieri culturali, eventi.

Carditello
Parata dei Carabinieri a cavallo presso la Reggia di Carditello

Eppure tutto è nato per caso, grazie alla collaborazione per il Servizio Civile Nazionale nel 2016, in cui proprio Raffaele Zito era referente. In realtà tutti i soci della Cooperativa “il Cardo” fanno parte dellAssociazione Agenda 21 e Regi Lagni. Essa da oltre dieci anni ormai si occupa delle sorti del Real Sito. Dal 2017 grazie al lavoro del collettivo dei volontari, risorsa preziosa in ogni contesto culturale, e in accordo con la Fondazione Real Sito Carditello sorta nel 2016, è stato garantito l’accesso al sito tutte le domeniche mattina.

Img 2525
interno della Reggia di Carditello, si ringrazia il fotografo Nicola Maddalena

Il Real Sito di Carditello, punta di diamante dell’entroterra casertano

Prima di queste iniziative partite dal basso, Carditello ha vissuto veri e propri anni di abbandono. Antonella ci spiega come sia stato possibile fare tanto per questo sito: “L’aspetto positivo è che questo periodo nero è servito a stimolare le associazioni territoriali a unirsi e lottare per Carditello“. Nel corso degli anni una vera e propria ri(e)voluzione ha permesso di organizzare meglio l’accoglienza, le visite, e la fruizione del luogo. “Questa Cooperativa è la prova che quando i tempi sono maturi, grazie a una diretta esperienza su campo, il desiderio di fare permette di creare soluzioni lavorative concrete”.

L'orchestra della Reggia di Carditello, foto di Nicola Maddalena
L’orchestra della Reggia di Carditello, foto di Nicola Maddalena

Carditello “Bella e perduta” e la sua Cooperativa “il Cardo”

La nostra Antonella ci spiega che per rilanciare Carditello i ben 150 portatori d’interesse di Agenda 21 hanno chiesto con tenacia un contributo dello Stato che ha scelto di acquistare all’asta il Sito e di contribuire alla sua valorizzazione. La Fondazione Real Sito di Carditello ha dato il via a varie iniziative. Antonella sottolinea che c’è posto per tutti: parate dei Carabinieri a cavallo, visite teatrali, laboratori scolastici, eventi e convegni. Ultima novità: ripopolare con gli splendidi cavalli, il luogo simbolo di eccellenza campana.

Antonella consiglia come rilanciare i nostri beni

Naturalmente il racconto di Antonella Capitanata ci ha fatto sorgere per lei un’ ultima domanda: cosa consigliare a chi vuole intraprendere il suo stesso percorso? “COOPERAZIONE! Sembra una risposta banale ma credo sia realmente la chiave di volta. Bisogna instaurare un rapporto di massima collaborazione e di partecipazione attiva tra i soci della Cooperativa e creare una rete di collaborazione con gli enti del territorio. Studiando ciò che il bene può offrire, raccontando al meglio la storia che lo rende unico“.

Antonella Capitanata, Vicepresidente Della Cooperativa Il Cardo.jpg
Antonella Capitanata, Vicepresidente della Cooperativa sociale “Il Cardo” alla Reggia di Carditello

Certamente siamo d’accordo con la nostra Vicepresidente Antonella Capitanata. È necessario sperimentare un nuovo modo per raccontare in chiave moderna la ricchezza dei luoghi del nostro patrimonio culturale. A questo proposito grazie ad Asso.Voce è nato un progetto per creare unCatalogo di buone pratiche per la gestione dei beni comuni e confiscati. Noi facciamo un grandissimo in bocca al lupo a questa giovane donna e alla Cooperativa “il Cardo“, di cui è Vicepresidente. Ci auguriamo di cuore che con le idee giuste e questa lucida ed entusiasmante follia, Carditello e tanti altri beni possano vivere stagioni di creatività senza fine.

Linda Maisto

Autore: Linda Maisto

Raccoglitrice di tulipani rossi, rincorre chimere con la speranza di non coglierle mai. Dopo aver letto guide utili su come catturare nuvole e come parlare ai pettirossi, sceglie di tornare coi piedi per terra e si laurea in archeologia e in storia dell’arte, scrive di curiosità, storie, bellezze
Carditello e Antonella Capitanata, uno dei volti della Reggia ultima modifica: 2019-10-25T11:51:15+01:00 da Linda Maisto

Commenti

To Top