I CASERTANI RACCONTANO CASERTA

itCaserta

COSA VEDERE EDIFICI STORICI ITINERARI MONUMENTI

Il Castello di Letino: gioiello della provincia casertana

Foto Castello Del Letino

archivio fotografico guideslow.it

Esiste nella provincia casertana un borgo da sogno, bandiera arancione del Touring Club Italiano, dove sorge il famoso Castello di Letino. Situato nel comune più alto del Parco regionale del Matese offre ai suoi visitatori una vista mozzafiato su vallate sconfinate e natura incontaminata. Dopo giorni di chiusure, divieti e limitazioni alle nostre libertà, perché non uscire fuori a godere delle bellezze che il territorio casertano ci offre? Fermiamoci ai piedi di questo borgo incantevole e andiamone alla scoperta.

Castello di Letino: dalle origini ai giorni nostri

Nata nell’XI secolo d.C. come roccaforte per controllare tutto il territorio dell’alto Matese, la struttura esterna del castello non è sempre stata così. In origine c’era un’unica torre di avvistamento del III secolo d.C. Il tempo ne ha trasformato la facciata esterna riducendola, ora, alla sola cinta muraria di pietra locale con sei torri. Il castello occupa una posizione strategica a 1200 metri sul livello del mare, regalando vedute esclusive sulle valli del Sava e del Lete. Per quanto concerne la popolazione, sappiamo che nel corso degli anni, grazie al modello gerarchico feudale, fu composta esclusivamente da autoctoni Letinesi. Fissarono la loro dimora al di sotto del Castello per salvarsi dai continui assedi delle popolazioni barbare e conservare così il rapporto di sudditanza.

Foto Santuario Santa Maria Castello
Interno del Santuario di Santa Maria del Castello – archivio fotografico guideslow.it

All’interno della cinta muraria sorge il Santuario della Madonna del Castello risalente al XVIII secolo, del quale si celebra la festa nella terza settimana di settembre. Qui, infatti, si conserva la statua della Madonna, venerata dai fedeli come Regina del Matese. Nella chiesa troviamo delle bellissime vetrate che ritraggono la Madonna col Bambino e la Vergine, padrona del Castello, donando colore all’ambiente che muta in funzione delle luci esterne nel corso della giornata. Particolare fascino destano anche gli affreschi dedicati alla Vergine. La peculiarità della struttura sta nella presenza di un cimitero interno che custodisce i resti dei suoi abitanti dal 1888. I defunti difatti, sono diventati parte integrante della popolazione che non manca di rievocarne la memoria ogni anno. Il centro di aggregazione maggiore nel tempo è stata la Chiesa di Santa Maria delle Grazie che sorge sulla strada che porta fino al Lago del Matese.

Le arti e gli antichi mestieri come attrazione turistica

La vicinanza con la città di Alife, ha influenzato positivamente lo sviluppo delle arti e dei mestieri, degli usi e costumi del borgo intorno al Castello di Letino. Grazie al contributo dei Letinesi, la pastorizia in particolare si è fatta mezzo di diffusione culturale sul modello della storica transumanza.
Andando a visitare Letino si può godere anche dei piaceri della tavola attraverso la degustazione di prodotti locali di qualità certificata. Per chi ama la pesca, invece, è possibile trovare abbondanza di trote nel Lete. In estate, il luogo viene scelto dai turisti come meta di ristoro dal trambusto dall’anno lavorativo. Ricordiamo che Letino prende il nome dal fiume Lete, celebrato nella Divina Commedia come luogo di purificazione dai propri peccati dopo la vita terrena.

Il castello del Letino visto dal paese

Non lontano dal centro abitato, troviamo anche il lago di Letino, bacino artificiale. Segnaliamo la presenza di grotte carsiche visitabili tramite scale in acciaio per facilitarne il passaggio da parte del turista.
Fanno da corona a questo fantastico scenario di pace e tranquillità, boschi selvaggi di faggio, mentre la fauna composta da pernici, storni e lepri la rende teatro di avventure lontane nei posti più nascosti della nostra immaginazione fanciullesca. Perché quindi non portare anche i nostri bambini alla scoperta di queste bellezze? A voi la scelta, noi siamo sicuri che non rimarrete delusi.

Foto copertina: archivio fotografico guideslow.it

Il Castello di Letino: gioiello della provincia casertana ultima modifica: 2020-06-09T10:56:35+02:00 da Anna Catone
To Top