EVENTI

I percorsi tattili olfattivi della Reggia di Caserta: ad occhi chiusi nella natura

percorsi tattili olfattivi - cascata

Passeggiare nella natura è un ottimo modo per evadere dallo stress quotidiano, che permette di riappacificarsi con sé stessi e ritrovare la serenità. Conviene quindi approfittare dell’occasione fornitaci dai percorsi tattili olfattivi, previsti nel Bosco Vecchio della Reggia di Caserta a partire da venerdì 25 ottobre 2019.

I percorsi tattili olfattivi e la Biennale Arteinsieme

L’iniziativa rientra nel più vasto progetto della Biennale Arteinsieme. Promossa dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, Artensieme è nata nel 2003. Lo scopo è quello di favorire l’integrazione scolastica e sociale di persone con disabilità o provenienti da culture altre. Si punta a raggiungere l’obiettivo attraverso la valorizzazione dell’arte contemporanea ed in generale dell’arte e dei beni culturali.

Si tratta di una serie di iniziative che favoriscono l’accessibilità, l’inclusione, la sensibilizzazione alle diversità e la promozione dei giovani artisti. Sono stati perciò coinvolti musei, scuole e luoghi della cultura. La Reggia ha messo a punto il ciclo di percorsi tattili olfattivi in collaborazione con il Saad (Servizio di Ateneo per le Attività degli Studenti con Disabilità e DSA) dell’Università Suor Orsola Benincasa e la rete Napoli tra le mani. Oltre al primo appuntamento di venerdì ne sono previsti altri due, rispettivamente il 22 novembre ed il 6 dicembre.

Vivere e conoscere attraverso tatto e olfatto

Come si diceva i percorsi si snoderanno lungo il Bosco vecchio. Partecipando all’evento sarà perciò possibile approfondire la conoscenza degli elementi naturali, architettonici e storico artistici che popolano il bosco. Questo avverrà però attraverso strumenti sensoriali differenti da quelli più frequentemente utilizzati. Saranno infatti prediletti tatto e olfatto, dandoci l’opportunità di scoprire aspetti che probabilmente non avevamo mai considerato. Campioni freschi ed essiccati di fiori, frutti, foglie, corteccia e tronchi saranno a disposizione dei visitatori, che impareranno così a distinguerli ad occhi chiusi. Sarà inoltre possibile anche vivere un’esperienza a diretto contatto con l’arte, sentendo gli arrendi e le sculture in marmo attraverso il tatto. Quest’ultimo step avverrà però tramite il ricorso a guanti monouso, per permettere ai visitatori di vivere un’esperienza soddisfacente senza danneggiare i beni che ne saranno coprotagonisti.

percorsi tattili olfattivi - Venere

Lo scopo dei percorsi tattili olfattivi

Lo scopo principale dei percorsi è infatti quello di incentivare l’accesso e la fruizione responsabile del Parco e del Giardino Inglese, avvicinando i visitatori senza però dimenticare la fragilità dei beni artistici e ambientali presenti. I percorsi si snoderanno lungo sentieri pianeggianti e quindi facilmente percorribili, con tre aree di sosta nelle quali ci si avvicinerà al materiale raccolto con cura dal giardiniere Pasquale Gerardo Iodice. Potranno perciò partecipare anche bambini, anziani e persone diversamente abili, rendendo il giardino un luogo di conoscenza scientifica e ambientale per tutti i tipi di pubblico.

Il progetto, inaugurato anch’esso nel 2003, è stato portato avanti dalla biologa dipendente dell’area Tecnica Ines Addolorata Peduto. La Dottoressa Peduto, in qualità di tutor, ha inoltre partecipato ad un progetto di alternanza scuola lavoro del Liceo Scientifico Armando Diaz di Caserta, i cui alunni, dopo un periodo formativo, hanno fattivamente collaborato alla realizzazione dei percorsi tattili olfattivi.

Il Premio GreenCare

Il progetto ha portato lustro alla Reggia di Caserta ancor prima di partire. Lo scorso 9 ottobre infatti, alla presenza del direttore della Reggia di Caserta Tiziana Maffei, il presidente del Premio GreenCare Benedetta De Falco ha insignito della Medaglia della riconoscenza civica la Dott. Peduto.  Si tratta di un premio che riconosce il valore di chi si è impegnato nella cura e tutela di parchi e giardini per sensibilizzare ad una maggiore attenzione nei confronti delle aree verdi, esaltandone il valore sociale, quali luoghi di aggregazione e di benessere. È quindi meritatissima la medaglia consegnata, poiché la nostra Reggia è l’unica dimora storica in cui è stato realizzato un progetto simile. La partecipazione al percorso è gratuita previa prenotazione obbligatoria al numero 0823 277415.

Mariarosaria Clemente

Autore: Mariarosaria Clemente

La mia passione è raccontare storie. Ho iniziato a scrivere da piccolissima, poco dopo è nato il mio amore per il cinema ed ho ricevuto la prima macchina fotografica. Parole e immagini, coltivo tutto ciò che mi aiuta a costruire mondi
I percorsi tattili olfattivi della Reggia di Caserta: ad occhi chiusi nella natura ultima modifica: 2019-10-24T09:51:20+02:00 da Mariarosaria Clemente

Commenti

To Top