NEWS PERSONAGGI

Una statua a Fausto Mesolella: l’omaggio di Caserta ad uno dei suoi figli

Statua A Fausto Mesolella

L’affascinante mondo della musica ci regala dei supereroi dotati del potere di emozionarci con le loro note. Fausto Mesolella, chitarrista e compositore casertano, ha scritto le pagine più importanti della storia della nostra musica, sia come musicista che come arrangiatore e la città ha deciso di omaggiarlo con una statua nel centro di Caserta.

Statua a fausto mesolella

Fausto Mesolella: un casertano amante dell’arte

Mesolella nasce a Caserta il 17 febbraio 1953 e mostra già dall’infanzia amore per la musica: sin da bambino, infatti, comincia a dilettarsi con la chitarra. Personalità polivalente, nella sua carriera Mesolella ha collaborato con artisti del calibro di Fiorella Mannoia e Gianna Nannini. Dal 1986 entrò nel gruppo casertano degli Avion Travel, con cui si tolse la soddisfazione di vincere Sanremo nel 2000 col brano Sentimento. Affascinato dal mondo delle arti, Mesolella non rimane indifferente all’ambiente cinematografico, ottenendo vari riconoscimenti per le colonne sonore di Into Paradiso Lascia perdere, Johnny!, un film che si ispira proprio alla vita di Mesolella.

Sanremo 2000 Vincitori Avion Travel

La Piccola Orchestra Avion Travel vince l’edizione del 2000 del Festival di Sanremo

L’artista ci ha lasciati il 30 marzo 2017 all’età di 64 anni in seguito a delle complicazioni relative a problemi cardiaci irrisolti. La città di Caserta ha deciso di omaggiare il suo celebre cittadino con un’opera d’arte in suo onore.

Una statua per omaggiare Mesolella

In data 28 agosto 2018, infatti, la giunta del comune di Caserta ha deliberato la collocazione di una statua dedicata al musicista in città. L’iniziativa è stata dall’artista lombardo neofuturista Marco Lodola, già autore di alcune installazioni luminose a piazza Carlo III. La statua, alta 3 metri e realizzata in perspex, avrà al centro dei giochi luminosi realizzati proprio da Lodola. Attualmente si trova nel parco della Reggia e fa parte della mostra Tempus Time, e sarà collocata a piazza Correra, nel pieno della movida casertana.

Correra

Piazza Correra, cuore della movida casertana

La collocazione in questa piazza è legata ai luoghi dell’infanzia di Mesolella, come spiega Carlo Marino a Il Mattino, specificando che l’opera sarà donata da Lodola alla città.

Lascia perdere, Johnny!

Come detto in precedenza, la vita di Fausto Mesolella è stata di ispirazione a un film diretto da Fabrizio Bentivoglio nel 2007. Gli arrangiamenti musicali sono dello stesso Mesolella. Il film parla della storia di Faustino Ciaramella, un aspirante chitarrista che cerca un ingaggio per evitare il servizio di leva. Le vicende di Fausto lo portano a collaborare con un gruppo musicale che si esibisce nelle piazze, fino alla conoscenza di Raffaele Niro, un impresario che lo ingaggia per collaborare con il pianista Augusto Riverberi, che lo soprannomina Johnny. Gli inizi nel mondo dello spettacolo non sono entusiasmanti per Johnny, che preso dallo sconforto e dai debiti, prende in considerazione l’idea di mollare tutto. Nel momento peggiore, però, è proprio Augusto a salvare il sogno del giovane Fausto.

Lascia Perdere Johnny

Una scena del film Lascia Perdere, Johnny!

La pellicola, primo lungometraggio di Bentivoglio, è stato girato in alcuni dei luoghi vissuti da Mesolella, come Caserta, Marcianise, Roana e Gaeta.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

Una statua a Fausto Mesolella: l’omaggio di Caserta ad uno dei suoi figli ultima modifica: 2018-09-10T12:28:47+00:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top