I CASERTANI RACCONTANO CASERTA

itCaserta

EVENTI NATURA

Tornano le Giornate FAI d’Autunno: gli appuntamenti a Caserta e provincia

Parco Sorgenti Ferrarelle

Come più volte vi abbiamo narrato, il nostro territorio vanta tesori e ricchezze – artisticamente parlando – di ogni genere. Veri e propri gioielli capaci di ammaliare anche il più esigente del visitatore. Molte di queste opere, tuttavia, sono spesso ignorate o comunque non incluse nei più famosi itinerari turistici. Ad ovviare a questa mancanza ci sono i ragazzi del FAI, Fondo Ambiente Italiano, che da decenni si occupano della salvaguardia e tutela del nostro patrimonio storico, artistico e naturale. E tra le iniziative più interessanti, spiccano le Giornate FAI d’Autunno. Ma di cosa si tratta e cosa ci aspetta?

Il lavoro del Fondo Ambiente Italiano

Le Giornate FAI d’Autunno rappresentano una delle più grandi occasioni per conoscere e visitare alcuni siti solitamente chiusi al pubblico o esclusi dai circuiti turistici. Vere e proprie aperture straordinarie che hanno il duplice scopo di valorizzare l’arte italiana e sensibilizzare i visitatori sui temi legati alla tutela delle nostre meraviglie. Un appuntamento fisso, che si ripete ogni anno durante la stagione più malinconica (almeno per alcuni). E anche per il 2020, nonostante la pandemia che ci affligge da mesi, i volontari della Fondazione sono riusciti a organizzare la nuova edizione. Il tutto dedicato a Giulia Maria Crespi, fondatrice del FAI scomparsa lo scorso 19 luglio.

Giornate FAI Autunno - Conferenza Stampa Per La Prima Giornata Della Raccolta Fondi A Favore Del Fai
Giulia Maria Crespi, fondatrice del FAI

I weekend interessati saranno quelli del 17 e 18 e del 24 e 25 ottobre. Per partecipare è consigliata la prenotazione sul sito dedicato (cliccare qui) al costo di 3 euro. Tale procedura non è obbligatoria, per cui sarà possibile recarsi anche direttamente al sito interessato per fare il proprio biglietto. In alternativa è possibile iscriversi al FAI per garantirsi l’accesso alle aperture riservate agli iscritti. Insomma, tante soluzioni per partecipare, ma quali aperture interesseranno la nostra provincia?

Le Giornate FAI d’Autunno a Caserta

Ad Alife sarà aperto al pubblico il suggestivo Anfiteatro Romano, risalente al I secolo a.C. e capace di ospitare ben 14mila spettatori. All’epoca si trattava di uno degli anfiteatri più grandi di tutto l’impero, con i valorosi gladiatori della scuola capuana che si davano battaglia al suo interno. Oggi ben poco è rimasto dell’imponente struttura, ma i suoi resti sono ancora in grado di stupire.
Sempre ad Alife i volontari FAI ci consentiranno di scoprire un altro gioiello casertano: il Criptoportico. Si tratta di una struttura sotterranea di cui ancora oggi ben poco si sa. Sappiamo solo che fu realizzata in età Augustea e che probabilmente faceva parte di un complesso ben più ampio che si estendeva anche in superficie. I suoi lunghi cunicoli e i tanti misteri ancora irrisolti ci faranno sentire come dei piccoli Indiana Jones.

Giornate FAI Autunno - Criptoportico
Accesso Criptoportico

A Piedimonte Matese tappa nell’incantevole Convento di San Domenico, sito nel cuore del centro storico. Costruito nel XIV secolo, l’edificio vanta un grande chiostro finemente decorato. La struttura ospita anche un interessante museo civico e archeologico, custode di una delle collezioni più interessanti di tutta la Campania.
Poco distante un altro sito tutto da scoprire: il Palazzo Filangeri de Candida Gonzaga di San Potito Sannitico. L’opera risale al XVIII secolo, edificata sui resti di un’antica villa romana per mano della famiglia dei Sannillo. Caratteristica di questo palazzo è il fatto di riprendere alcuni elementi architettonici della Reggia. I Sannillo infatti presero ispirazione dal complesso vanvitelliano riproducendo alcune sezioni di quest’ultimo.

Giornate FAI Autunno - Masseria Muzzi
Foto Masseria Mozzi

Si chiude con una gita a Riardo nel Parco delle Sorgenti Ferrarelle, una piccola riserva di 145 ettari su cui spicca la Masseria Mozzi. Un vivo esempio di dimora rurale del casertano ristrutturata come un tempo dalla stessa Ferrarelle, che ne detiene la proprietà.

Tornano le Giornate FAI d’Autunno: gli appuntamenti a Caserta e provincia ultima modifica: 2020-10-08T11:42:34+02:00 da Gabriele Roberti
To Top