I CASERTANI RACCONTANO CASERTA

itCaserta

EDIFICI STORICI EVENTI MUSEI

Tramonti al Belvedere: le meraviglie di San Leucio al crepuscolo

Tramonti al Belvedere - Opificio

Un’estate in sordina, in termini di eventi, quella che ci apprestiamo ad affrontare. L’emergenza coronavirus è infatti ancora attuale, sebbene i numeri siano in netta discesa. Abbassare ora la guardia sarebbe però troppo rischioso, per cui – almeno per quest’anno – difficilmente assisteremo ai grandi spettacoli tipici della bella stagione. Fortunatamente, però, non mancano iniziative interessanti utili a distrarci ed alleviarci da questo caldo torrido. A San Leucio, ad esempio, dal prossimo weekend partono i Tramonti al Belvedere. Ma cosa ci aspetta?

La magia dei Tramonti al Belvedere

A partire da venerdì 3 luglio sarà possibile scoprire le meraviglie del borgo leuciano con la prima edizione dei Tramonti al Belvedere. Un’iniziativa promossa dal Comune di Caserta che prevede, in modalità del tutto sicura, una serie di visite serali nel suggestivo Museo della Seta. Un’occasione unica per conoscere la storia di quello che è stato uno degli impianti tessili più importanti d’Europa nonché dimora borbonica. Qui infatti la famiglia reale amava trascorrere brevi periodi, lontani dalla frenetica – si fa per dire – vita di tutti i giorni. A testimoniare tutto questo, gli sfarzosi appartamenti adiacenti al museo. Qui sarà possibile, durante la visita, ammirare uno dei gioielli del periodo: la sala con piscina di Maria Carolina. Si tratta di una vasca ovale con scaloni in pietra di Mondragone, il tutto decorato con una serie di decorazioni ispirate agli affreschi pompeiani e firmate da Jakob Philipp Hackert.

Tramonti al Belvedere - Sala Vasca Maria Carolina

Oltre alle meraviglie artistiche, ampio spazio sarà riservato ad un’attenta illustrazione alle fasi di lavorazione del setificio. Immensi macchinari figli del genio dell’epoca si alterneranno ai classici telai usati nel Settecento. L’opificio, nato come fabbrica per impegnare i poveri dell’ospizio realizzato da Ferdinando, diventò ben presto un’eccellenza conosciuta in tutta Europa. Le commesse di seta provenivano da ogni dove, con tende, bandiere e lenzuola che andarono ad arricchire le collezioni dei più prestigiosi palazzi reali e nobiliari del mondo. Ancora oggi è possibile ammirare le produzioni leuciane in luoghi come Buckingham Palace, il Vaticano o la Casa Bianca.

Modalità di visita

Le visite saranno organizzate ogni venerdì e sabato di luglio con due turni di 50 minuti ciascuno alle 20.00 e alle 21.00. Per evitare assembramenti, il numero massimo per ogni visita sarà di 20 persone. Alla fine della visita prevista una degustazione di prodotti tipici locali offerti dalle aziende del territorio. Un modo per assaporare anche la cucina nostrana, e magari supportare qualche realtà locale. Costo della visita è di 7.00 euro, con ingresso gratuito per minori di 6 anni e diversamente abili. Visto il numero limitato per ogni turno, è obbligatoria – entro e non oltre le 48 ore – la prenotazione all’indirizzo mail [email protected]. Nella mail andrà indicato giorno e fascia oraria della visita, il nominativo, il numero di persone che intende partecipare ed un recapito telefonico. Ricordiamo che è obbligatorio l’utilizzo della mascherina e il rispetto di tutte le norme utili per fronteggiare la diffusione del Covid.

Tramonti al Belvedere - Telaio
Tramonti al Belvedere: le meraviglie di San Leucio al crepuscolo ultima modifica: 2020-06-30T11:30:04+02:00 da Gabriele Roberti
To Top