STORIE CASERTANE

A Natale nessuno è solo: l’iniziativa di Massimo Vigliotta

Famiglia

Il periodo natalizio è uno dei più emozionanti: luci, candele rosse e palline colorate, profumo di buona cucina e tanto amore. Non solo, sembra quasi che questo momento riesca ad infondere una specie di serenità nei cuori delle persone, semplicemente grazie al fatto che le famiglie si riuniscono. Un abbraccio dai nostri cari, un regalo sotto l’albero, una fumante cioccolata calda gustata di fronte ad un bel camino acceso… ed è subito Natale! C’è da dire però che non è tutto così perfetto, soprattutto quando un giorno tanto speciale viene festeggiato da soli.

Natale in compagnia: a Caserta vince la solidarietà

In questo mondo così movimentato e superficiale, sembra che i valori abbiano perso la loro importanza. Il Natale, la notte più magica dell’anno, appare ormai come una festa dedicata al consumismo, alle spese folli, alle abbuffate, e alle apparenze. Per quanto in alcuni casi possa effettivamente essere così, è fondamentale non perdere di vista qual è il vero significato di questo giorno. Stare insieme, passare del tempo con i genitori, i nonni, i nipoti, e chi più ne ha più ne metta! È questo che dovrebbe essere il passatempo preferito del Natale. Chi può farlo può dirsi decisamente fortunato, ma chi non ha famiglia? Come può affrontare questo periodo? Beh, se avere i propri cari attorno è una benedizione, lo stesso si può dire di coloro che fanno del bene a chi ne ha bisogno.

Cena Natale
Una semplice cena di Natale, assieme a qualche amico, è il rimedio per qualsiasi malinconia legata alle festività

È il caso di Massimo Vigliotta, un cittadino casertano che ha dato vita ad un’iniziativa fuori dal comune. Residente a Portico di Caserta, l’impiegato quarantaduenne ha fatto sentire la sua voce, e trasmesso senza timore il proprio pensiero: per Massimo nessuno deve restare solo, specialmente a Natale. Così ha scritto sul proprio profilo Facebook qualche giorno fa, asserendo con fermezza e determinazione ciò che ognuno di noi dovrebbe pensare. È stato proprio questo desiderio che ha mosso l’animo altruista di Massimo, il quale ha proposto una soluzione proprio per chi, il giorno di Natale, è destinato a passarlo in solitaria. Tre persone, chiunque esse siano, che abitano in provincia di Caserta o in città, potranno tranquillamente bussare alla porta del Signor Vigliotta la sera della Vigilia. Un bel cenone in compagnia è proprio quello che ci vuole per rinfrancare un animo solo e triste.

L’ospitalità: una ricchezza che sta scomparendo…

Quello di Massimo Vigliotta è un modo davvero incisivo per affermare qualcosa di vitale, di cruciale, che stiamo lentamente dimenticando. L’immenso valore dell’ospitalità sta quasi scomparendo del tutto, lasciando il posto talvolta alla diffidenza verso il prossimo e all’egoismo che troppo spesso ci pervade. Il Natale, con la sua spensieratezza e con le sue gioie, non deve distoglierci dal pensiero che molte persone sono meno fortunate di noi. Sia che si parli di affetti o di un semplice pasto caldo offerto la notte della Vigilia, è importante attivarsi in questo senso. Massimo è un esempio di questa volontà, della volontà di sostituire una gelida e sterile indifferenza con uno spirito benevolo e generoso. Questo atteggiamento risulta prezioso per chi, in questo periodo di festa, non ha nessuno con cui condividere i piccoli ma speciali piaceri della vita.

Natale Famiglia
Aiutare chi ha bisogno è un bel gesto, specialmente nel periodo natalizio

Il valore del meraviglioso gesto di Massimo è immediatamente comprensibile, ed è forse quello di cui si aveva tanto bisogno in questi tempi così incerti e spesso privi di sentimenti. Per candidarsi sarà sufficiente inviare una mail all’indirizzo nataleconamore@libero.it, e raccontare un po’ di voi, e del motivo per cui siete in cerca di una famiglia acquisita (per così dire!). Se avete una storia di cui vi va di parlare, o semplicemente sentite il bisogno di passare il Natale con una persona dal cuore grande, approfittate di questa incredibile iniziativa. Sarà un modo per sentirsi meno soli, e anche per arricchire di emozioni e di umanità una ricorrenza tanto amata, della quale bisogna recuperare la genuinità!

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!
A Natale nessuno è solo: l’iniziativa di Massimo Vigliotta ultima modifica: 2019-12-05T11:28:34+01:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top