CURIOSITÀ MITI E LEGGENDE

La leggenda della principessa Belmonte: la cura nella fede

leggenda principessa belmonte

Nel nostro territorio sono quasi infinite le leggende che arricchiscono il panorama folcloristico: fate, folletti, streghe e strani fenomeni caratterizzano gli antichi racconti, svelando tutto il fascino del mistero. Ancora oggi le nonne ci narrano curiosi episodi intrisi di antico sapere, che riescono a dare spiegazioni a molti eventi apparentemente inspiegabili. Alcune tra queste storie sono sconosciute ai più, per quanto siano davvero interessanti. Scopriamo insieme la leggenda della principessa di Belmonte, che fu la protagonista di un miracolo!

La principessa Belmonte e il suo amaro destino

Leggenda vuole che la principessa Belmonte fosse in cura all’Ospedale degli Incurabili di Napoli, nell’anno 1580. La povera donna era affetta da una grave paralisi alle gambe, e dato che nessuna cura aveva funzionato, ella decise di affidarsi alla misericordia divina. Una sera giunse al suo capezzale un frate francescano, il quale aveva un aspetto molto benevolo e degli occhi vispi. Con gentilezza, il frate si rivolse alla principessa: «Signora, so che siete molto devota alla Madonna degli Angeli, e a lei implorate ogni giorno la liberazione delle vostre sofferenze; ebbene, se desiderate veramente essere esaudita e ottenere la guarigione, è necessario raggiungere un villaggio poco distante dalla città di Napoli; io stesso vi farò da guida, e una volta raggiunta l’immagine della Madonna otterrete perfetta guarigione.»

Ospedale degli Incurabili di Napoli

Ospedale degli Incurabili di Napoli

Il giorno successivo, la nobildonna si recò nel piccolo villaggio del Castello di Orta, luogo che le aveva indicato il frate. A bordo di una lettiga tirata da due muli, la principessa Belmonte si diresse nel sito previsto. Nei pressi di un muro di cinta, posto al confine del villaggio, vi era un affresco raffigurante la Madonna degli Angeli. Il frate chiese alla donna di scendere dalla lettiga, accanto all’effigie della Vergine. A quel punto, il miracolo fu compiuto! La principessa Belmonte riuscì a stare dritta sulle sue gambe, e a camminare. Quanto il frate aveva promesso, si era avverato. Ad un tratto, l’uomo però non venne più visto, e scomparve nel nulla…

Il miracolo della principessa Belmonte: una nuova vita anche per il convento

Appena rientrata a Napoli, la nobildonna si recò immediatamente nel convento di Santa Maria la Nova, per chiedere notizie del misterioso frate francescano. I frati di questo specifico santuario, infatti, indossavano lo stesso identico abito del frate che l’aveva salvata per intercessione con Dio. Quando ella spiegò ogni cosa al superiore del convento, l’uomo si commosse e pianse di gioia! Mostrò alla nobildonna che la persona che le aveva salvato la vita, con l’aiuto della grazia divina, era Fra Salvatore da Horta, un frate laico spagnolo morto poco tempo prima.

Un dipinto che raffigura Fra Salvatore da Horta mentre compie un miracolo

Un dipinto che raffigura Fra Salvatore da Horta mentre compie un miracolo

L’opera che ritraeva il francescano corrispondeva esattamente al misterioso fraticello che l’aveva accompagnata al Castello di Orta. La donna, senza alcuna esitazione, tornò nuovamente nel luogo che le aveva restituito la gioia, il Castello di Orta, e rese omaggio alla Vergine Maria e al francescano Salvatore da Horta, con l’edificazione del Convento francescano e della nuova Chiesa. La felicità della principessa era stata immensa, e così la sua gratitudine verso la fede. Leggenda o verità? Non lo sappiamo, ma ci piace pensare che, grazie alla bontà della principessa, il Castello di Orta abbia ritrovato un nuovo splendore, assieme alla sua chiesa.

Marcella Calascibetta

Autore: Marcella Calascibetta

Scrivo dall’età di sedici anni, e (per fortuna) non ho mai smesso. Sono laureata con orgoglio alla Federico II di Napoli, città che amo e che mi diede i natali. Con mia grande gioia, ho avuto la possibilità di veder pubblicato il mio primo romanzo, dopo tanti anni che era rimasto segregato in un cassetto. Una frase che mi rispecchia? I sogni migliori si fanno da svegli!

La leggenda della principessa Belmonte: la cura nella fede ultima modifica: 2018-07-30T11:00:50+00:00 da Marcella Calascibetta

Commenti

To Top