PRODOTTI TIPICI E RICETTE

La pastiera secondo la tradizione di Mondragone

una fetta di deliziosa pastiera mondragonese

La Pasqua si avvicina e, come ogni anno, ci ritroveremo sommersi dai dolci tipici di questa festività. Una di quelle leccornie che non potrà mancare sulle tavole nostrane è la pastiera, dolce tipico della cucina partenopea. La pastiera è un disco di pasta frolla ricolmo di ricotta, frutta candita, zucchero, uova e grano. Questo delizioso miscuglio viene arricchito con tantissimi aromi. Esistono però numerose varianti della ricetta classica. Una di queste varianti si trova a Mondragone, comune della provincia di Caserta che occupa l’area del litorale Domizio. Qui la pastiera viene preparata con tagliolini di pasta fatta in casa. Questa versione più compatta e meno profumata non è conosciuta da tutti. Si tratta infatti di una tradizione perpetrata dalle massaie mondragonesi, che hanno appreso questa ricetta dalle nonne o dalle zie. Scopriamone la ricetta.

I tagliolini nella Pastiera mondragonese

La ricetta della pastiera mondragonese passa attraverso due procedimenti principali: la preparazione della pasta frolla e quella dei tagliolini. Occorre quindi disporre la farina (150 gr) a fontana con al centro le uova (2 tuorli ed uno intero) e impastare con un pizzico di sale fino ad ottenere una palla da avvolgere poi in una pellicola trasparente e lasciar riposare. Quando l’impasto avrà riposato a sufficienza, occorre stendere una sfoglia molto sottile da cui ricavare poi i tagliolini.

i tagliolini usati per la pastiera mondragonese

Tagliolini

Una volta tagliati, i tagliolini vanno cotti in abbondante acqua bollente per qualche minuto. Bisogna poi scolarli ed aggiungervi 250 gr di zucchero fintanto che sono ancora ben caldi. Per rendere più dolce e colorato l’impasto, a questo punto bisogna tagliare a pezzetti la frutta candita (circa 170 gr), unirla ai tagliolini, aggiungere un cucchiaino di cannella e i semini della bacca di vaniglia. Quando si saranno intiepiditi, vanno aggiunte le uova battute e una fialetta di acqua di fiori d’arancio.

La pasta frolla

Per completare la ricetta della Pastiera mondragonese manca però un elemento fondamentale: la base di pasta frolla. È proprio lei che rende questa pastiera simile per aspetto alla crostata. Per l’impasto della pasta frolla occorre mescolare i seguenti ingredienti:

  • 250 gr di farina
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di sugna
  • 2 uova
  • una buccia di limone grattugiato
  • un pizzico di sale
la pastiera mondragonese prima di essere infornata

Il ripieno della pastiera mondragonese

Dopo aver steso la pasta frolla, occorre disporla in una teglia unta di sugna, versarvi i tagliolini e realizzare delle strisce decorative da collocare sulla superficie. A questo punto la pastiera è pronta per essere infornata a 190°C per circa un’ora. Quando avrà assunto un bel colore dorato, potrà essere tirata fuori dal forno.

Dopo aver scoperto la ricetta di questa pastiera ci siamo resi conto che non è adatta a tutti i palati. Non tutti potrebbero apprezzare l’abbinamento dei tagliolini con la pasta frolla. Eppure, la troviamo un’alternativa originale alla tradizionale pastiera che siamo abituati a consumare, spesso anche al di là del periodo pasquale. Pertanto, non ci resta che abbandonare le nostre remore e sperimentare nuovi sapori e nuove combinazioni… Chissà che non la si possa apprezzare anche di più della pastiera classica!

Annamaria Fusco

Autore: Annamaria Fusco

Desiderosa di scoprire lingue e culture diverse dalla propria, si iscrive alla facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Da quel momento si innamora della Spagna e del suo meraviglioso idioma. Parola e scrittura sono i due aspetti della comunicazione che più la rappresentano e che coltiva ogni volta che può. E’ dalla laurea che sogna di soggiornare per lunghi periodi in Spagna e pian piano il sogno sta diventando realtà!

La pastiera secondo la tradizione di Mondragone ultima modifica: 2018-03-30T10:40:59+00:00 da Annamaria Fusco

Commenti

To Top