SPORT

La Volalto 2.0 Caserta ottiene la promozione in A1

Volalto 2.0 Caserta

Dopo tredici anni senza squadre campane, la serie A1 di pallavolo femminile tornerà nella nostra regione per merito della Volalto 2.0 Caserta. Grazie alla vittoria su Orvieto, infatti, le ragazze guidate da Nesic hanno raggiunto un traguardo storico, anche alla luce del fallimento dichiarato lo scorso anno dall’ex presidente Agostino Barone.

A un anno dal fallimento della Volalto

Neanche Nicola Turco poteva immaginare che la Volalto 2.0 Caserta potesse raggiungere la massima serie già nel suo secondo anno di presidenza. Questo, infatti, il periodo che intercorre tra lo storico risultato e l’acquisto da parte di quest’ultimo. Turco ha preso una società dichiarata fallita dall’ex presidente che, indebitato fino al collo, aveva ufficialmente rinunciato a disputare il campionato di A2. Ed è soprattutto grazie alla passione del neo-presidente che si è potuta costruire una squadra realmente competitiva, che è riuscita a riportare Caserta sulle prime pagine dei quotidiani sportivi.

Elisa Cella, capitano della Volalto

Il capitano Elisa Cella. Fonte: Sito della società

Questo risultato, comunque, è una sorpresa solo per i non addetti ai lavori. La squadra allestita quest’anno aveva tutte le carte in regola per fare benissimo, grazie agli innesti di nomi importantissimi. La centrale Frigo, la schiacciatrice e capitano Cella e l’opposto Matuszkova, infatti, hanno tutte vinto la Champions League. Non solo. Molte altre componenti hanno importanti esperienze nella massima serie e si è notato durante la stagione. Tra le protagoniste assolute della stagione va annoverata anche Giulia Melli, ventenne schiacciatrice originaria di Mantova, che ha deciso moltissime partite grazie alla sua spaventosa percentuale realizzativa.

Un’impresa straordinaria

Sono stati soltanto due i punti che hanno separato la Volalto 2.0 Caserta dalla vetta del campionato. E il caso ha voluto che l’avversaria in finale fosse la Pallavolo Zambelli Orvieto, arrivata seconda a pari punti proprio con la Volalto. Oltre alle giocate sul campo, comunque, è stato il fattore campo a fare la differenza. Il Palavignola, infatti, che già durante la stagione aveva registrato numeri da record, ha visto le due vittorie decisive delle casertane nell’ultima battaglia stagionale. Dopo il primo tre a zero casalingo della Volalto c’era stata la rivincita delle umbre, che in casa si sono imposte per tre a uno. Risultato restituito a Caserta dopo una partita combattutissima (25-20, 23-25, 25-22, 25-22). Va detto che non tutto, comunque, è filato liscio in questa stagione. Come in tutte le imprese delle difficoltà hanno reso ancor più epica la promozione della Volalto.

Volalto 2.0 Caserta Col Sindaco

La squadra con il sindaco Carlo Marino. Fonte: Volleyball.it

La squadra, infatti, ha avuto ben tre allenatori. Prima di Dragan Nesic, che ha condotto le ragazze solo a partire dalla semifinale, sulla panchina della Volalto si erano seduti Luca Cristofani e Marco Bracci, esonerato un po’ a sorpresa nel bel mezzo dei playoff. Voci di corridoio raccontano anche di un diverbio tra il libero Ghilardi ed il presidente che ha un po’ segnato la stagione della ragazza, tra le giocatrici più forti della categoria. La sua professionalità, però, non è mai mancata, e la giocatrice è risultata sempre tra le migliori quando è scesa in campo.
La promozione della Volalto 2.0 è una vittoria di tutta la città. Caserta ha avuto e avrà modo di avvicinarsi al volley e assistere allo spettacolo della massima serie. E noi casertani non possiamo far altro che augurarci che questa società possa regalarci altre imprese straordinarie.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

La Volalto 2.0 Caserta ottiene la promozione in A1 ultima modifica: 2019-05-23T12:02:26+02:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top