I CASERTANI RACCONTANO CASERTA

itCaserta

ASSOCIAZIONI LA CASERTA CHE VORREI STORIE CASERTANE

Parco degli Aranci: la Villetta entra a far parte dei Beni Comuni

Parco Degli Aranci

Beni Comuni: una rete sempre più viva, composta da Villa Giaquinto, dalla Villetta di via Arno e, da quest’anno, anche dalla Villetta Comunale di Parco degli Aranci. Dopo anni di degrado e abbandono, infatti, la villetta sta rinascendo grazie ad un gruppo di cittadini virtuosi. Un gruppo di persone decise a dare nuova vita al proprio quartiere ed alla propria città, a dispetto dei tanti attacchi ricevuti. Noi abbiamo incontrato Fiorella, una delle più attive del gruppo.

La Villetta di Parco Degli Aranci

Dopo 5 anni al buio, senza acqua ed eletta sede dello spaccio cittadino, nel 2019 la Villetta di Parco degli Aranci ha visto la luce. Dallo scorso novembre, infatti, questo gruppo di cittadini modello ha iniziato ad organizzare dei turni per ripristinare un sistema di regole e gestire apertura e chiusura della Villa. A seguito di questa iniziativa, il comune di Caserta ha installato 3 faretti provvisori ad illuminare il luogo. La riaccensione della luce è stata uno dei motivi di aggressione ii volontari. Com’è ovvio, infatti, l’illuminazione costituisce un ostacolo alle attività illecite da tempo perpetrate.  

Parco Degli Aranci, volontari al lavoro

Ma il lavoro per arrivare a questi risultati durava già da mesi. Da gennaio 2019 la rete Caserta Città Viva, il gruppo Scout Caserta 5, la parrocchia Maria SS. del Carmine e S. Giovanni Bosco, il Centro sociale Ex Canapificio coi rifugiati del progetto di accoglienza Sprar e il Comitato per Villa Giaquinto hanno avviato un’inchiesta porta a porta per conoscere le principali segnalazioni e proposte per l’area. Sono state poi organizzate una serie di giornate di riqualificazione della stessa.

L’affidamento delle chiavi

Tutto questo impegno è stato premiato lo scorso gennaio 2020, quando, con l’atto di protocollo n° 6062, il Comune di Caserta ha affidato le chiavi della Villetta di Parco degli Aranci alla rete di volontari. L’atto di affidamento chiavi è un atto provvisorio di durata trimestrale. Si tratta del primo passo verso la stesura del Patto di Collaborazione, che costituisce un accordo più strutturato tra cittadini e Comune. Questo procedimento è previsto dal Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei beni comuni urbani. La primavera vedrà poi anche la partecipazione di alcune scuole del territorio al progetto. Più di 100 studenti tra gli 8 e i 13 anni collaboreranno alla rivalutazione della Villetta di Parco degli Aranci.

Il racconto di Fiorella Pontillo

«Io parto dal presupposto che la libertà è partecipazione» esordisce Fiorella citando Gaber. Nata e cresciuta nel quartiere, la nostra attivista ha poi studiato a Napoli e vissuto all’estero. In questo modo ella ha notato le differenze tra la nostra città e le altre. «In un qualsiasi contesto di civiltà, soprattutto quando vengono meno le istituzioni, devono essere necessariamente i cittadini a diventare parte attiva, perché la città è lo specchio del tuo modo di essere e di vivere». Così ha continuato Fiorella, che ha sottolineato l’importante spinta data dalle esperienze di Villetta Giaquinto e dalla Villetta di Via Arno. Altro elemento fondamentale è stato quello della magia creata dall’aggregazione. Questa «si è venuta a creare proprio quando tutte queste energie, queste persone, si sono messe insieme, anche grazie al fortissimo contributo dello Sprar di Caserta e del Canapificio».

Parco Degli Aranci, selfie dei volontari

«Questi ultimi ancora una volta hanno dimostrato l’importanza dell’immigrazione. Tante, tantissime cose le abbiamo realizzate grazie ai ragazzi stranieri, che però sono meno stranieri di alcuni casertani. La strada è bella e lunga ma si può fare e si deve fare», conclude Floriana, non prima di segnalarci il prossimo evento che colorerà la Villetta di Parco degli Aranci. Domenica 8 marzo, infatti, l’artista Gianluca Raro sarà ospite della Villetta. Già noto per le sue collaborazioni con svariate associazioni impegnate a Scampia, Gianluca realizzerà un murales insieme ai bambini. L’opera sarà composta utilizzando una tecnica molto particolare. Siete curiosi di scoprire quale? Allora non vi resta che correre in Villa!

Tutte le foto utilizzate sono state concesse da Fiorella Pontillo al fine di far conoscere l’iniziativa

Parco degli Aranci: la Villetta entra a far parte dei Beni Comuni ultima modifica: 2020-03-05T10:43:53+01:00 da Mariarosaria Clemente
To Top